Home Storie Voglio un figlio

Sull’inutilità dell’orgasmo femminile per la procreazione

di mammenellarete - 15.09.2011 - Scrivici

orgasmo-femminile-400.180x120
L'orgasmo femminile è da sempre al centro dei dibattiti scientifici rispetto alla sua presunta utilità ai fini della riproduzione, e ancora oggi non si sa effettivamente se sia funzionale o un "mero divertimento". Se nell'uomo è fondamentale per garantire la riproduzione della specie, nella donna non è altrettanto chiara l'utilità del fenomeno orgasmatico, e gli ultimi a cercare una soluzione al quesito sono stati i biologi dell'Università del Queensland e della Abo Akedemi University, in Finlandia, i quali hanno pubblicato uno studio, su Animal Behaviour, in cui tentano di smontare la teoria secondo la quale l'orgasmo della donna sia un mero surrogato psicologico di quello maschile.

Ti potrebbero interessare anche...

Questa sarebbe infatti la teoria della filosofa della scienza della Indiana University, Elisabeth Lloyd, secondo la quale il fenomeno sarebbe di per sé "inutile", un sottoprodotto accidentale dell'evoluzione maschile, che non ha "alcuna funzione evoluzionistica ed esiste solo per il nostro divertimento".

Per scardinare questa teoria, Brendan Zietsch e Pekka Santtila, hanno esaminato 1.803 coppie di gemelli di sesso opposto e 2.287 coppie di gemelli dello stesso sesso, interrogandoli sulla frequenza e la facilità con cui raggiungano l'orgasmo. Secondo la teoria della Lloyd- che afferma che il piacere femminile è evolutivamente collegato a quello maschile - gemelli di sesso opposto, condividendo gli stessi geni, dovrebbero essere simili nel modo in cui provano piacere. E invece secondo gli studiosi non è così, perché dalla ricerca è emerso che gemelli dello stesso sesso hanno orgasmi simili, ma quelli di sesso opposto hanno orgasmi diversi, e quindi la teoria evoluzionistica non ha niente a che vedere con l'orgasmo femminile.

Alessandra Graziottin, direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica del San Raffaele Resnati di Milano, sulle pagine del quotidiana Repubblica, ha spiegato che in realtà l'orgasmo femminile ha una sua precisa utilità biologica: "Quello vaginale con componente uterina è necessario per la riproduzione perché facilita la fecondazione: la contrazione orgasmica dell'utero risucchia letteralmente lo sperma facilitando la risalita. Quindi questo momento di piacere ha una funzione biologica importantissima".

Sono tanti gli studi, sottolinea, che dimostrano come l'orgasmo vaginale sia il più emotivamente appagante per la donna, perché associato all'aumento dei livelli di ossitocina, il neurormone che attiva gli indicatori di benessere nell'organismo. "L'ossitocina prodotta nel cervello e liberata nel sangue dall'ipofisi posteriore - aggiunge Graziottin - 'scrive' inoltre nel cervello il nome della persona che ci ha fatto stare bene e fa sì che nasca con lei un legame di affettività. L'orgasmo vaginale è dunque utilissimo a rafforzare il legame tra amanti e la coppia che si stabilizza rappresenta una garanzia per i piccoli".

Il piacere è dunque una parte fondamentale per rimanere incinta ? Voi cosa ne pensate care mamme?

Ti potrebbero interessare anche...

TI POTREBBE INTERESSARE