Home Storie Voglio un figlio

Infertilità di coppia. Isabel è il nostro miracolo

di mammenellarete - 15.02.2022 - Scrivici

neonata
Fonte: Shutterstock
Abbiamo attraversato un periodo di infertilità di coppia. È stata dura, poi è arrivata nostra figlia Isabel. Ne siamo tutti innamorati, la guardiamo con le lacrime agli occhi. La vita ci ha regalato un miracolo. I miracoli esistono e noi ne siamo la prova.

Sono mamma di Isabel dal 23 settembre 2021, il nostro miracolo. Io e mio marito Maurizio siamo sposati dal luglio 2013 e subito abbiamo fantasticato sull'arrivo di un figlio. All'epoca assumevo la pillola anticoncezionale e verso aprile 2014 ho deciso di interromperla per cercare un figlio.

I mesi passano, ma il ciclo è sempre irregolare. Ogni volta il test di gravidanza è negativo e vari ginecologi che mi dicono che sono giovane e non dobbiamo pensarci. Dopo 5 anni con grande coraggio e tanta paura decidiamo di rivolgerci ad una clinica per l'infertilità pensando che non abbiamo grossi problemi fisici e ignari del fatto che il mondo ci sta per crollare addosso.

Dai vari esami risulta che io ho un grave ovaio policistico con cicli anovulatori, mentre mio marito criptozoospermia. Una sola parola: infertilità. Ci mettono in lista per un intervento di biopsia testicolare sperando di trovare spermatozoi idonei, per procedere poi con le tecniche di fecondazione in vitro. Ma… arriva il Covid, tutto si ferma e gli interventi ospedalieri per Pma non vengono effettuati.

A gennaio 2021 inizio a stare molto male di stomaco e continuano i sintomi per un paio di mesi, subito diamo colpa allo stress lavorativo e psicologico. Arriviamo velocemente a maggio, il ciclo non c'è ma per la mia malattia è normale, io vedo il ciclo 3/4 volte all'anno. I sintomi vanno e vengono, si aggiungono pesantezza all'addome e emorroidi.

Parlo con mio marito e decidiamo che avrei fissato un appuntamento con un gastroenterologo e per scrupolo con una ginecologa perché sappiamo che la chiamata per l'intervento medico di mio marito arriverà a breve e io voglio essere sicura che sia tutto perfetto e che io non abbia cisti ovariche. Venerdì 21 maggio, dopo il lavoro, mi reco presso una ginecologa che mi ha dato appuntamento in maniera veloce e perfetta per i miei orari lavorativi.

Infertilità di coppia. Isabel è il nostro miracolo

La ginecologa guarda i nostri tantissimi esami medici dicendo che effettivamente sia io sia mio marito abbiamo un po' di problemi per avere figli. Mi fa sdraiare sul lettino per la visita e vedo una faccia stranita. Io sotto la mascherina penso: "Ecco, c'è qualcosa che non va".

Mi guarda ed esclama "Tesoro non sei incinta, ma incintissima" e io rispondo: "Non mi prenda per i fondelli". Gira lo schermo dell'ecografo e vedo il mio miracolo che si muove ed è già di 500 grammi. Il nostro bambino muove le manine come per dirmi "Mamma eccomi ci sono".

Mi dice che sono di 21 settimane (praticamente da quando a gennaio sono stata malissimo) e che a fine settembre diventerò mamma. "Oh mio Dio, sono di 5 mesi!". Non vi dico il mio stato d'animo, non so più nemmeno come mi chiamo. Mi prescrive una morfologica d'urgenza e qualche esame di routine perché ormai sono entrata nel secondo trimestre. Sono robusta e la pancia non si è ancora ingrossata.

All'arrivo dal lavoro di mio marito siamo increduli, piangiamo e la notte non dormiamo… un miracolo, come è possibile?! Dopo 7 anni che cerchiamo un figlio! Andiamo dai miei genitori con una scatola gigante con all'interno una mini scatolina con un ciuccio.

Scoppiamo tutti a piangere, mia mamma mi chiede di quante settimane sono e io faccio segno con la mano 5 e lei mi chiede "cinque settimane?". "Nooooo, 5 mesi!". Oddio dobbiamo correre a comprare tutto! In seguito, lunedì, faccio la morfologica e scopriamo che sarà una bimba. È il nostro miracolo e decidiamo che si chiamerà Isabel.. 

La gravidanza procede benissimo, finalmente si vede la pancia e inizia ad esplodere. Che soddisfazione!!! Il 23 settembre alle 4 di notte iniziano le contrazioni, corriamo in ospedale e alle 12:43 nasce la nostra Isabel.

Ne siamo tutti innamorati, la guardiamo con le lacrime agli occhi, non possiamo credere che è nostra e che siamo genitori. La vita ci ha regalato un miracolo. I miracoli esistono e noi ne siamo la prova.

Mamma Eloise e papà Maury con Isabel

Vuoi scriverci anche tu la tua storia? Mandala a redazione@nostrofiglio.it

TI POTREBBE INTERESSARE