Home Storie Voglio un figlio

Adenoma ipofisario e infertilità. La mia storia a lieto fine

di Sveva Galassi - 11.03.2022 - Scrivici

ecografia
Fonte: Shutterstock
Non riuscivo a rimanere incinta a causa di un adenoma ipofisario. Dopo averlo curato, sono andata in clinica per fare l'isterosalpingografia, ma, non so come, avevano sbagliato a darmi l'appuntamento. Ero incinta! Adesso ho due figli.

Dopo circa tre anni che non riuscivo a rimanere incinta, abbiamo deciso di approfondire la cosa. Quando vai dal ginecologo e ti dice "Sei stressata, dormi di più e rilassati", senza fare uno straccio di analisi, cambia ginecologo.

Così ho fatto, mi hanno suggerito uno specialista della fertilità e mi ha fatto fare tantissimi analisi. Tempo due mesi e ho scoperto di avere un adenoma ipofisario di 5 ml.

Me lo ricordo come se fosse ieri. A giugno ho iniziato la cura con un'endocrinologa bravissima, e i valori sono rientrati subito nella norma dopo un mese. Per farvi un esempio io ero arrivata ad avere la prolattina a 150, il valore massimo è sui 20.

Il 10 settembre sono andata in clinica per fare l'isterosalpingografia, ma, non so come, avevano sbagliato a darmi l'appuntamento.

Il 17 settembre ritiro i risultati delle Beta e quel giorno il mio piccolo miracolo di nome Samuel ha iniziato ad esistere.

E dopo due anni, con valori sempre un po' alti della prolattina, e senza terapia, si è fatta largo nelle nostre vite la principessa Victoria.
 
di Sara 
 
Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it

TI POTREBBE INTERESSARE