Home Storie Voglio un figlio

Ovaie policistiche e unica tuba. Ma quando è arrivato il momento giusto, sono rimasta incinta

di mammenellarete - 29.04.2016 - Scrivici

bimbo.600
Fonte: Pixabay
Non riuscivo a restare incinta. Eppure ero giovane e sana. Avevo solo 22 anni. La causa? Ovaie policistiche e una sola tuba. Ma alla fine ce l'ho fatta: ho partorito uno splendido maschietto. E un altro bellissimo maschietto che arriverà tra qualche giorno! Ora c'è chi dice che sia stata fortuna, chi invece che io sia stata miracolata. Io dico che dovevo aspettare solo che arrivasse il momento. Mi sento in dovere di spronare tutte le coppie a non arrendersi, rimanere unite e se il destino lo vorrà, arriverà tutto, ma il tempo vuole il suo tempo, bisogna solo saper aspettare!

Salve a tutti, vorrei raccontare a tutti la mia storia. Le mie gravidanze e la mia gioia più grande, ovvero i miei figli!

 

Sei anni fa ho conosciuto il mio compagno, 19 anni io e 25 lui, entrambi tipi difficili, non da relazioni.

 

Iniziammo a frequentarci e ci fidanzammo. Entrambi non avevamo mai avuto una relazione seria e duratura quindi dopo un anno ci lasciammo, dopo un mese ci riappacificammo e io dopo qualche mese rimasi incinta! Che emozione!

 

Prima di affrontare il discorso con le nostre famiglie, decidemmo che, anche se contro tutti, lo avremmo tenuto. I nostri genitori rimasero sconvolti alla notizia, ma accettarono la nostra decisione. Aspettai a fare una visita ginecologica, che mai poteva capitare?

 

Ero giovane e sana e stavo bene, forse fin troppo, fino ad una notte. Io che sopportavo bene il dolore piangevo, qualcosa mi lacerava , ma cosa? Andai in bagno... Sangue! Mi spaventai molto e corremmo in ospedale dove un dottore "molto simpatico" alle 3 di notte mi rise in faccia dicendo che non ero neanche incinta. Mi rimandò a casa.

 

Ma io soffrivo e quel dolore non lo contenevo più. La mattina contattai la mia ginecologa che dopo la visita subito si rese conto che il mio piccolo si era "accasato" in una tuba, che si stava lacerando provocandomi un'emorragia interna e fui subito operata d'urgenza. La tuba ormai era andata.

 

Iniziai controlli su controlli e scoprii che avevo ovaie policistiche, che l'ovulazione non avveniva sempre e se c'era i miei ovuli erano piccolini e avevo solo una tuba.

 

Ma dopo un anno ebbi un'altra bella sorpresa, test di nuovo positivo Ma a 8 settimane un altro aborto, spontaneo, dopo 4 mesi ancora, 6 settimane e aborto. Non capivo. Iniziai a consultare una serie di medici , i quali mi dissero tutti la stessa cosa. Io, a 22 anni, non potevo avere figli in modo naturale! Scherziamo??? Mi sentivo a pezzi...

 

Dopo un altro anno di vuoti e visite lasciammo perdere tutto, entrambi lavoravamo e decidemmo di divertirci e non pensarci e magari di tentare con la fecondazione artificiale, ma non subito. Avevamo ormai solo rapporti liberi e senza pensieri.

 

Facemmo un viaggio di relax dal lavoro, finimmo di sistemare la nostra casa e decidemmo di riprendere il nostro cammino. Mi affidai ad un professore, uno molto noto, e ricominciai a fare esami di routine. Questo succedeva a gennaio.

 

Ad aprile ebbi il mio ultimo ciclo, il 4 giugno 2014 scoprii di essere incinta. Ed in modo totalmente naturale! La paura era grande più di noi, ma non ci pensammo, se andava andava, altrimenti avremmo continuato il nostro percorso. A 3 mesi scoprimmo che era un maschietto. Che gioia!

 

Non feci il tri-test, non ci importava sapere come fosse, la nostra preoccupazione era che ci fosse! A 5 mesi durante la morfologica qualcosa non andò. Una massa si vedeva a livello della spina dorsale e la mia ginecologa preoccupata mi mandò da un primario per valutare. Feci la morfologica ben 3 volte, ma in seguito la massa sparì nel nulla.

 

La gravidanza fu bellissima: me la passavo benissimo! Arrivai a 41 e 2 e il mio piccolo di nascere non ne voleva sapere, i tracciati erano piatti... fino a quando una sera il mio compagno era a lavoro ed io vedevo un film con mia sorella.

 

Mi chiedevo spesso come avrei capito che era arrivato il momento. Ebbene... lo si capisce, eccome! Iniziarono i dolori, ma io ero molto tranquilla, mi feci una doccia, lavai i capelli, chiamai il mio compagno e i nostri genitori. Arrivata in ospedale ebbi il tempo solo di cambiarmi che... già ero in sala parto!

 

Due spinte e lo vidi! Bello come il sole. Abbracciai mio figlio e il mio compagno che non mi aveva lasciato un minuto sola! Un bel parto. In ospedale qualche simpaticone mi disse che ero stata fortunata e che con la mia situazione clinica ero stata fortunata ad avere un figlio. Dopo 7 mesi ero di nuovo incinta!

 

Un altro maschietto che arriverà tra qualche giorno! Ora c'è chi dice che sia stata fortuna, chi invece che io sia stata miracolata. Io dico che dovevo aspettare solo che arrivasse il momento. Ora mi sento in dovere di spronare tutte le coppie a non arrendersi, rimanere unite e se il destino lo vorrà, arriverà tutto, ma il tempo vuole il suo tempo, bisogna solo saper aspettare!

 

di Francesca

 

(storia arrivata per email a redazione@nostrofiglio.it)

Ti potrebbe anche interessare:

Jacopo Pio, il miracolo che abbiamo tanto desiderato

Fecondazione assistita vista da lui

Infertilità senza causa per 8 lunghi anni

Vuoi conoscere altri genitori? Iscriviti subito alla community

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati