Home Storie Voglio un figlio

Noemi, il mio angelo, è sempre nel mio cuore

di mammenellarete - 13.12.2017 - Scrivici

gravidanzapancia.600
Fonte: pixabay
Il mio Angioletto Noemi è volata via a 21 settimane di gravidanza nel 2014! Ora sono mamma di Francesca, 27 mesi

Era il 10 dicembre 2013 quando vidi quelle lineette! Era solo un mese che io e mio marito provavamo ad avere un bimbo, ed erano appena 2 mesi di matrimonio! Non mi sembrava vero, in così poco tempo matrimonio e subito positivo sembrava un sogno!

Tutte le visite erano sempre positive!

A 17+5 il medico ci disse che era una femminuccia! Io ero felicissima e anche mio marito!

L’8 aprile 2014 andammo per la morfologica! E lì il medico mi guardò e mi chiese da quanto tempo non la sentivo. Io ho risposto che la sentivo o per lo meno sentivo di continuo bolle in pancia! Lui mi disse che era impossibile e che la gravidanza si era interrotta forse una settimana prima. Io incominciai a urlare e sotto shock chiedevo di controllare bene che forse dormiva perché io la sentivo! Uscii da quello studio in lacrime con la mia pancia da 5° mese, pensando che la mia bimba era dentro di me morta. Non mi fidai e il giorno dopo andai da un altro ginecologo e chiesi di controllare. Niente, ebbi la stessa risposta. Non c’era battito. Era caduta in mondo che non conoscevo. Di dolore e vuoto indescrivibile.

Il giorno dopo mi ricoverano e incominciai il calvario con le candelette. La sera cominciano le contrazioni forti, mi è salita la febbre e per questo hanno interrotto le candelette. La mattina iniziarono di nuovo!

Passai 2 giorni e mezzo in travaglio, senza poter bere e mangiare, con l’odio verso Dio. Chiedevo: "Ma perché mi hai fatto questo?!"

Sentivo nelle camere affianco bimbi piangere, e io?

Il 12 aprile 2014 nacque la piccola Noemi senza vita. Mi consigliarono che nel mio stato era meglio che non la vedessi e così feci. Ma in realtà non me lo sono mai perdonato!

Passai mesi di depressione, ogni mese mi fissavo che dovevo essere incinta e quando mi tornava il ciclo diventavo pazza!

Andai a pregare in lacrime sulla sedia di Santa Maria Francesca a Napoli, chiesi di mandarmi un figlio. Questo durò da aprile fino a dicembre 2014. Io ero spenta, niente non aveva più senso, non volevo vedere bambini, pance e passeggini.

A Natale ho detto a mio marito che non volevo vedere nessuno e lui mi ha accontentata. Siamo partiti a Barcellona dal 23 al 28 dicembre. Tornai un po' più spensierata, ma sempre con il pallino della gravidanza. Per magia il 20 gennaio 2015 il test di gravidanza era di nuovo positivo. Ho trascorso i 9 mesi con ansia a ogni visita.

Ho fatto le clexane fino all’ultimo giorno per sospetta trombofilia! Il

19 settembre 2015 nacque la mia principessa Francesca, come la Santa. Lei ha mantenuto la promessa e anche io! Ho chiamato Francesca mia figlia come pegno di una gravidanza. E la bimba stava bene! Sono rinata insieme al mio arcobaleno, ma Noemi il mio angelo è sempre nel mio cuore.

di mamma Antonella

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati