Home Storie Voglio un figlio

La contraccezione naturale attraverso strumenti elettronici non invasivi

di mammenellarete - 03.06.2011 - Scrivici

concepimento-400.180x120
Abbiamo chiesto a Laura Gabrielli di BabyComp di illustrarci il tema della contraccezione naturale attraverso strumenti non invasivi o chimici. La donna può così effettuare un'efficace (99,3%) contraccezione o scegliere i giorni migliori per il concepimento.

 

Mamme nella rete - Che cos'è la contraccezione naturale? Laura Gabrielli - Per contraccezione naturale, nel linguaggio comune, si intende un metodo che, senza interferire con i ritmi biologici del ciclo (quindi senza assumere contraccettivi ormonali), consenta alla donna di gestire in modo responsabile la scelta di evitare o meno una gravidanza, avendo rapporti nei giorni del ciclo in cui è “naturalmente sterile”. Attraverso l’utilizzo dei nostri strumenti la donna non blocca la sua fertilità, come accade nel caso di utilizzo di un contraccettivo ormonale tradizionale, ma la gestisce ricevendo delle informazioni sul proprio ciclo, sapendo esattamente quando è fertile e quando invece sicuramente non lo è, e può usare queste informazioni sia con una finalità contraccettiva (con una sicurezza contraccettiva di almeno il 99,3%) che concezionale (cioè per pianificare una gravidanza).

 

MNR - Le donne sono abbastanza informate su questo argomento? LG - Pearly, LadyComp e BabyComp (indicatori di fertilità computerizzati utilizzabili da qualsiasi donna in età fertile, anche con cicli irregolari) diventano degli strumenti d’aiuto anche in questo percorso di conoscenza di sé e della propria fertilità. Proprio per aiutare le donne anche in questo percorso stiamo dedicando, nel nostro lavoro, parecchio spazio all’informazione culturale sul ciclo, la consapevolezza del femminile, la salute della donna e molto altro, attraverso il nostro blog. Purtroppo oggigiorno si è diffusa l’idea che l’unico modo per evitare la gravidanza in modo sicuro sia assumere quotidianamente un farmaco, ma le cose non stanno così. Per le donne che non vogliono o non possono assumere contraccettivi ormonali, e decidono, con responsabilità, di vivere una vita intima di coppia serena, anche se in modo naturale, un’alternativa sicura esiste. I nostri apparecchi possono essere usati da qualsiasi donna, in età fertile, a prescindere da quale sia la sua età e credo religioso (ecco un articolo pubblicato di recente nel nostro blog Contraccezione Naturale: i pregiudizi da superare).

 

MNR - Come ha cambiato la condizione della donna? LG - Le donne che hanno deciso di usare i nostri apparecchi, con una certa consapevolezza, dicono di sentirsi più libere soprattutto dalla schiavitù degli ormoni (e dei suoi innumerevoli effetti sulla salute), di aver riacquisito la sensibilità del contatto con la propria femminilità, di vivere la sessualità in modo più appagante (non dimentichiamo che uno degli effetti collaterali maggiori dei contraccettivi ormonali è infatti il calo della libido). In internet c’è un forum indipendente sui metodi naturali in cui ci sono moltissime testimonianze di giovani donne che usano i nostri apparecchi con soddisfazione vedi www.ladyfertility.forumattivo.com

 

 

MNR - Come vi siete lanciati in questo mercato e quali sono le competenze che hanno permesso l'ideazione dei vostri prodotti? LG - Gli apparecchi BabyComp vengono prodotti in Germania e sono il frutto di una collaborazione di un’equipe di professionisti tra cui ginecologi, esperti di regolazione naturale della fertilità, programmatori, biomatematici e designers. La primissima versione di software, installata su un computer, risale al 1987. Negli anni gli apparecchi sono stati sottoposti a diversi test clinici sia per avvalorarne la sicurezza contraccettiva, dei giorni riconosciuti come non fertili, che l’utilità a scopo di pianificazione mirata di una gravidanza e di monitoraggio dell’ovulazione. Nel 2009 gli apparecchi hanno ottenuto la certificazione ufficiale come Dispositivo Medico di Classe IIB; in pratica, visti i parametri di affidabilità, sono stati ufficialmente riconosciuti, a livello internazionale, come metodo contraccettivo. Fra i prodotti per la contraccezione naturale presenti sul mercato, gli apparecchi BabyComp sono gli unici ad avere l’ufficialità di questo riconoscimento; noi non offriamo solo un test per l’ovulazione, offriamo un ausilio affidabile, semplice e sicuro per far sì che la donna possa in sicurezza evitare la gravidanza, se lo vuole, senza assumere farmaci. La Baby Comp srl, in Italia, esiste da più di 20 anni perché il suo fondatore ha sin da subito creduto che prima o poi il mercato, o meglio le donne, fossero pronte a pretendere di voler essere loro a decidere del loro corpo, senza dover subire la pressione di qualcuno che le obbligasse, con l’uso quotidiano di ormoni, a bloccare il loro ciclo biologico. Con questo non vogliamo demonizzare i farmaci ormonali, che in alcune frangenti, hanno la loro utilità; il problema è costituito dall’informazione che ci vogliono passare e cioè che qualsiasi donna – dai 15 anni in su – se vuole evitare in modo sicuro la gravidanza – deve assumere un farmaco. Non dovrebbe essere lei a decidere cosa fare? Non ha forse il diritto la donna di sapere i pro e i contro di ogni metodo, per scegliere con consapevolezza qual è il metodo migliore per sé, in quel momento della vita?

 

MNR - In Italia, mediamente, quanti calcolatori vengono venduti ogni mese? LG - In tutto il mondo vengono venduti migliaia di apparecchi ogni mese, in Italia siamo i migliori venditori di Pearly nel mondo. Questo perché abbiamo deciso, perché il prodotto trovi maggiore diffusione sul mercato, di lasciare il prezzo al pubblico di Pearly più basso del 14% rispetto a tutti gli altri paesi. Purtroppo questo toglie alla società margine per renderlo più conosciuto, però non riteniamo che le condizioni congiunturali di mercato siano ancora tali da poter assorbire un aumento così consistente. Ecco perché siamo molto grati a tutti i clienti che, trasmettendo la loro esperienza positiva con gli apparecchi BabyComp, permettono ad altre donne di scegliere il metodo in sicurezza, e anche a voi che ci date questo spazio per parlare del nostro lavoro che è anche la nostra missione. Da parte nostra siamo anche molto impegnati a garantire un servizio di qualità di assistenza clienti; qualità di prodotto e di servizio. È giusto sottolineare che in Italia il consumatore finale ha anche un altro vantaggio, infatti essendo l’apparecchio certificato come Dispositivo Medico CE0124 Classe IIB è stato inserito al Ministero della Salute nella C.N.D. (Categoria Nazionale Dispositivi) U0899 (DM per ginecologia, altri) e quindi è possibile inserire il costo per l’acquisto tra le spese sanitarie detraibili nella dichiarazione dei redditi.

 

 

MNR - Quali sono le vostre clienti tipo e da quali città provengono? LG - La nostra cliente tipo è una donna dai 23-24 anni in su (anche se vediamo – con piacere - che si avvicinano sempre di più al metodo anche ragazze molto più giovani) ha quasi sempre un partner fisso, è attenta e rispettosa del suo corpo e solitamente è molto informata con una preferenza verso il mondo del naturale. La distribuzione degli apparecchi è trasversale, un po’ in tutta Italia.

 

MNR - Avete mai pensato a quanto sono ecologici i vostri calcolatori, non costringendo le donne a gettare ripetuti test e stick per la fertilità? Siete impegnati in questo senso? LG - Siamo estremamente consapevoli che anche la scelta contraccettiva può interferire sia con la salute della donna che dell’ambiente. Infatti oltre agli stick, si trascura che il problema maggiore è costituito dagli ormoni sintetici, contenuti nei contraccettivi farmacologici che non essendo eliminabili dagli impianti di depurazione, inquinano giornalmente le nostre acque con conseguenze negative per la fertilità sia nel mondo animale (pesci) e anche nell’essere umano stesso. Visto che ogni nostra azione ha un impatto sull’ambiente, allora perché non scegliere un metodo contraccettivo che sia rispettoso anche della Madre Terra? Gli apparecchi Babycomp, benché elettronici, sono assolutamente innocui per la salute della donna e possono considerarsi a tutti gli effetti di basso impatto ambientale per diversi motivi. Infatti, oltre ad avere la certificazione ISO9001 dal 2000, nel 2004 hanno ottenuto la certificazione ISO 14001, secondo il protocollo ambientale della Bavaria. Inoltre, sono stati sottoposti, in quanto Dispositivi Medici, a regolari test clinici di biologicità e di compatibilità elettromagnetica, con esiti positivi. Il loro utilizzo è per la vita, quindi non producono rifiuti e non rilasciano sostanze inquinanti nell’ambiente.

 

MNR - Nella sezione 'contatti' del vostro sito avete uno spazio per i ringraziamenti: che tipo di messaggi ricevete? LG - Le nostre clienti, talvolta anche in coppia, ci ringraziano spesso per aver offerto loro un apparecchio che le ha aiutate a gestire la loro fertilità – in ambito contraccettivo - in modo naturale e sicuro, ma che è stato anche utile per conoscere meglio il proprio ciclo (e entrare in contatto con la propria femminilità). Noi non pretendiamo di dire che tutte le donne d’Italia, in età fertile, debbano usare i nostri apparecchi; quella che è la nostra visione è che tutte le donne dovrebbero acquisire sufficiente capacità critica, da decidere loro qual é il metodo migliore per sé, nei diversi momenti della loro vita, attraverso un’informazione chiara su quali sono i metodi contraccettivi presenti sul mercato, i pro e i contro, le limitazioni e i rischi reali per la propria salute. Solo dopo che si sarà raggiunto questo obiettivo, si potrà dire che la donna è finalmente libera di scegliere – in coscienza – cos’è meglio per sé.

 

Per informazioni: laura@babycomp.it Laura Gabrielli – Baby Comp s.r.l. www.babycomp.it - Facebook - Twitter

 

Per info e foto: press@mammenellarete.it www.mammenellarete.itFacebookTwitter

 

Foto: Flickr

 

articoli correlati