Home Storie Voglio un figlio

Intervista a wising, futura mamma over 40

di mammenellarete - 11.01.2011 - Scrivici

mare_ap.180x120
Intervista a wising, futura mamma over 40 Oggi vogliamo presentarvi wising, una futura mamma di 41 anni e amica di Mamme nella rete. L'abbiamo conosciuta nel forum di Mamme nella rete, e la sua storia, raccontata nel blog Pensieri Canditi ci ha affascinato molto, perciò abbiamo pensato di intervistarla per condividere la gioia di una gravidanza speciale ma non più così rara. Buona lettura! Come hai avuto l'idea di scrivere online della tua esperienza? Mi piace scrivere, mi piace internet (che uso molto), ho avuto subito voglia di condividere questa esperienza e di raccoglierne altre simili. So ben poco di blogging, ma sto imparando e soprattutto mi diverto molto. Poi, come dichiaro, è un modo per non dimenticarmi questo periodo che, da quello che le amiche raccontano, poi passa, assorbiti come si è dalla nascita e dalla nuova quotidianità. Un figlio in realtà è un viaggio che inizia prima della nascita: il mio è un diario di viaggio, in cui tutte le tappe, le scoperte, i dubbi e le emozioni sono importanti. Un diario che magari regalerò a mio figlio, tra qualche anno.

Ora mancano poche settimane al parto, sei emozionata?

Emozionata? Sono nel panico!!! Come si legge più volte nel mio blog non ho un senso materno molto spiccato, per cui non riesco a immaginarmi nel ruolo di mamma, alle prese con sveglie notturne (io sono una dormigliona), pannolini, pianti del tutto interpretabili e chissà se azzecco la giusta interpretazione! Aspettiamo questo bimbo con una gioia enorme, ma anche con tutte le paure del caso. Dicono che qualcosa di potente scatta alla nascita, ecco, io aspetto quel momento per capire meglio che mamma sarò. Di certo una mamma molto ironica, questo sì.

Cosa pensi dell'idea che a 40 anni sia tardi per fare figli?

Non bisogna generalizzare. Dipende da come vivi i tuoi 40 anni, a che punto della vita sei: magari non te la senti di rimetterti in gioco, hai abitudini radicate, hai libertà e sicurezza, uno stile di vita che si è strutturato nel tempo. Un figlio cambia tutto e lo cambia dal test di gravidanza in poi... te la devi sentire. Se te la senti non vedo nessuna controindicazione, sempre nel rispetto della propria salute e di quella del bimbo che verrà. Ho notato parecchio "terrorismo": è vero che aumentano i rischi, ma è altrettanto vero che una mamma matura, di solito, è una mamma profondamente consapevole, meno spaventata, più ottimista.

In che modo hanno reagito i tuoi amici e famigliari?

Stiamo festeggiando praticamente tutti i giorni! Gioia pura ed emozione grandissima, in tutti: famigliari, amici, anche colleghi.
Solo mia mamma si è un po' spaventata all'inizio, ma è stato un attimo, davvero, giusto il tempo di chiedere cose bizzarre tipo: "ma come è successo?" "ma lui ha senso paterno?".... abbiamo riso tanto!

Pensi che avresti potuto farlo prima oppure hai colto il momento più adatto?

Ho un matrimonio lungo e fallito alle spalle. Un fallimento per me inaspettato e per questo dolorosissimo. Dico questo per sfatare la leggenda della donna in carriera che solo dopo essersi affermata pensa a un figlio. Le motivazioni di una gravidanza tardiva possono essere altre e meno egoistiche. Non sono arrivati figli in quegli anni e col senno di poi è stato un gran bene. Il mio nuovo compagno e io stiamo insieme da un anno e mezzo, sembra poco vero? A 40 anni lo vedi subito come le cose possono evolvere, capacità che a 20 raramente hai. Questo bimbo arriva con consapevolezza e grande amore, è il momento più adatto della mia vita.

Ti sei scontrata con difficoltà o luoghi comuni che ti hanno messo a disagio?

No. Un paio di cose, però, mi urtano un po': ho l'impressione di essere scambiata per una donna grassa e non incinta, tanto che in un paio di occasioni in un negozio hanno sottolineato che stavo guardando nel reparto maternity con sguardo indagatore; in metropolitana nessuno si sogna di cedere il posto; alle casse con precedenza future mamme fanno finta di non vedermi o di non capire. Ci vorrebbe un bel corso di bon ton collettivo (e non solo nei confronti delle gestanti).

Quali sono i luoghi comuni più frequenti sulla gravidanza in età avanzata?

Quando lo porterai all'asilo ti scambieranno per la nonna, chi ve l'ha fatto fare, dove troverai le energie.
Chi non mi conosce azzarda anche qualche commento su una vita di svago totale fin qui e poi in zona cesarini .... ma fa niente.

Grazie wising, per le tue splendide parole! Ti auguriamo una buona vita con la tua splendida futura famiglia.

articoli correlati