fertilità

Dall'endometriosi si può rinascere: oggi sono mamma di due bambini

Di mammenellarete
mamma-con-figli

09 Aprile 2014
Ciao ragazze, vorrei anch'io scrivere la mia esperienza.
La mia storia inizia nel 2003.
Un giorno facendo ginnastica mi si blocca la gamba, il dolore è leggero, ma non va via. Non ci do tanto peso perché la vita intorno mi era stata sconvolta da una notizia che non tutti accettano inizialmente: mio padre sta male e l'unico modo per uscire da questa sua malattia è il trapianto di fegato.
Il mio dolore alla gamba c'è sempre, ma lo tengo nascosto a tutti, perché

Facebook Twitter Google Plus More

la mia famiglia ha bisogno di me.

Gli anni passano, il dolore aumenta, il ciclo è dolorosissimo, che non vi dico.... giro vari ginecologi ma non si vede nulla.

Nel frattempo mio padre nel 2004 ha il trapianto a Genova, e fortunatamente tutto bene. Il mio dolore alla gamba diventa sempre più forte, infatti nel 2007 ero in vacanza con i miei genitori e all'epoca il mio fidanzato, oggi mio marito, e ho un'emorragia forte. Vado all'ospedale e mi danno una cura per riprendermi.... il dolore continua e la mazzata arriva con la morte di un mio caro zio mio coetaneo. Lì per me inizia il baratro.... non vedo una luce, una gioia, il dolore aumenta e soffro sempre di più. Ho passato anni a casa sul letto a vomitare e dimagrire sempre di più.... fin quando mio padre non decide di riprendere le ricerche per farmi stare bene.

Andiamo da un altro ginecologo il quale mi dà da fare una maree di esami, tra cui la scintigrafia. Da questo esame si vede che ho un problema ai reni. Andiamo da un grande professore esperto in materia e lui mi dice subito che avevo perso il rene... non potrò mai dimenticare quelle sue parole...

Io e i miei genitori stavamo male, in quei giorni mio padre doveva andare a Genova a farsi il suo solito controllo e porta con sé a mia insaputa tutti i miei esami per farli vedere ad una dottoressa di Genova specializzata nei trapianti di rene, la dottoressa Iris Fontana che non scorderò mai nella mia vita e ringrazierò per sempre. Lei solo vedendo ripeto i miei esami disse a mio padre, che soffrivo di ENDOMETRIOSI e che non avevo perso nessun rene. Salgo varie volte all'ospedale San Martino di Genova, per i vari controlli e a marzo 2008 mi operano.

La dottoressa Fontana si occupò dell'endometriosi che stava sull'uretere destro che mi ostruiva il passaggio della pipì. C'era anche il ginecologo per l'ovaio destro a rischio perché pieno di endometriosi e poi c'era anche l'ortopedico che si occupò della parte inerente al mio zoppicare, perché il mio zoppicare era dovuto ad una cisti endometrica che si era attaccata sul nervo sciatico. Ho vissuto anni da incubo e nessuno ha mai capito bene perché. L'endometriosi è così: è una malattia che si nasconde e quando esce fuori ormai è tardi e chi più chi meno deve per forza andare all'operazione....

Io però adesso sto bene, ho ripreso a vivere anche senza mio zio. Lui però è sempre nel mio cuore... (Leggi anche: endometriosi e gravidanza, ci sono riuscita!)

Nel 2008 a ottobre io e il mio fidanzato ci sposammo.... perché in tutto questo mio marito mi chiese di sposarlo prima che mi operassi. Organizzammo tutto prima che andassi su a Genova e lo ringrazio sempre perché è stato lui ha darmi la forza con i miei genitori ovviamente e parenti. Perché sono rinata...

Nel 2008 mi sono sposata e nel 2009, a dicembre, 8 precisamente, è nato il mio piccolo gioiello, la gioia della mia vita. Dopo 4 anni, nel 2013 ad ottobre è nato il mio secondo figlio....

Oggi sono mamma a tempo pieno di due splendidi bimbi che sono la mia vita, la mia gioia più grande.

Ho voluto raccontare la mia storia per tutte quelle ragazze che come me soffrono o hanno sofferto di endometriosi. Io sono la prova che si può rinascere. Spero di essere d'aiuto a qualcuno...

Perché essere mamma è una gioia immensa e auguro a tutte voi amiche di poterlo diventare presto...

di Marianna

(Storia arrivata sulla nostra pagina Facebook)

Tutte le storie sull'endometriosi:


Dal magazine:

Leggi anche: 10 domande sull’endometriosi

Leggi tutti gli articoli sull’endometriosi

LE ULTIME STORIE