Home Storie Voglio un figlio

Endometriosi: la mia esperienza da giovanissima

di mammenellarete - 19.03.2021 - Scrivici

mamma-giovane
Fonte: Shutterstock
È stata dura affrontare la patologia, non tanto per l'intervento che è stato mini invasivo e non molto doloroso. Quanto per il terrorismo psicologico di molti ginecologi che, prima di diagnosticare l'endometriosi, mi dissero di avere l'utero tendente ad invecchiamento precoce, e dopo la diagnosi, che non avrei avuto figli se avessi atteso ancora. 

La mia esperienza con l'endometriosi

Anch'io soffro di endometriosi. La mia "disavventura" è stata meno travagliata di quella da voi raccontata e questo lo devo a mia madre che, avendo sofferto di endometriosi in modo grave, ha sempre voluto che mi controllassi sin da ragazzina.
Ho scoperto di avere l'endometriosi in modo fortuito. Sebbene ne soffrissi  da tempo nessuno me l'aveva diagnosticata.  Ad un controllo di routine però emersero due cisti molto grandi. La mia fortuna fu quella di sottopormi all'ecografia poco prima del ciclo (quando in genere è sconsigliato). 
Mi rivolsi a diversi medici e scoprii che una delle due cisti era di origine endometriosica all'ovaio e che avrei dovuto rimuoverla chirurgicamente.

Una patologia dura

È stata dura affrontare la patologia, non tanto per l'intervento che è stato mini invasivo e non molto doloroso. Quanto per il terrorismo psicologico di molti ginecologi che, prima di diagnosticare l'endometriosi, mi dissero di avere l'utero tendente ad invecchiamento precoce, e dopo la diagnosi, che non avrei avuto figli se avessi atteso ancora. All'epoca avevo 26 anni, ma il terrorismo psicologico era iniziato a 19... quando un figlio non era nemmeno all'orizzonte...
 
Dopo sposata (a quasi 30 anni) sono subito rimasta incinta, ma ho abortito dopo poche settimane. Il timore era di non riuscire ad avere più figli, ma lo sconforto per fortuna è durato poco ed ora ho una bellissima bimba.
 
Spero di poter avere ancora figli, e auguro a chi sta affrontando questa patologia di trovare la stessa fortuna. Raccomando però di insistere con i controlli e di approfondire se persistono dubbi, dolori, fastidi.. 
A me è capitato di sentirmi rimproverare "perché dovevo accorgermi dai forti dolori mestruali di avere una patologia", peccato che ne abbia sempre sofferto, dandoli per scontati. 
 
In bocca al lupo a tutte e non smettete di sperare (mia mamma mi ha avuto dopo peritonite per endometriosi e 7 interventi!)!
 
Di mamma Silvia
 
(Volete scriverci anche voi la vostra storia? Mandatela a redazione@nostrofiglio.it)

TI POTREBBE INTERESSARE