Home Storie Voglio un figlio

Dopo tanti tentativi, sono rimasta incinta in una clinica in Spagna

di mammenellarete - 27.06.2017 - Scrivici

neonato.600
Fonte: Pixabay
La mia testimonianza è per tutte quelle coppie in cerca di un bambino. Non perdete la speranza. Vi assicuro che è un mondo a parte difficile e con tanti medici che se ne approfittano, perché vogliono soldi, soldi, soldi... Ma noi ci siamo riusciti e stringiamo tra le braccia il nostro cucciolo di tre mesi.

Mai perdere la speranza. Io e mio marito ci siano sposati nel 2012 e la voglia di essere una famiglia ci è venuta subito, sopratutto perché dopo un paio di visite ginecologiche, mi avevano detto che avevo le ovaie policistiche e che quindi ci avremmo messo più tempo per avere un bambino. Sì, ma quanto tempo?

Così iniziamo a provarci da subito, ma passano i mesi e i miei cicli arrivano regolarissimi. Passato un anno decidiamo di fare altre analisi tra cui spermiogramma a mio marito, e da lì scopriamo che c'è qualcosa che non va: ci sono poche forme normali e quelle che ci sono sono lente. Andiamo avanti, vediamo altri medici, altri ginecologi, andrologi, mio marito prende integratori ripetiamo lo spermiogramma, una , due , tre volte in posti diversi, ma niente, migliorano pochissimo e l'esito è sempre quello.

Nel frattempo vedendo vari ginecologi, le mie ovaie per qualcuno erano policistiche e per altri no: avevano molto le idee chiare.

Ma non ci fermiamo, andiamo avanti. Io faccio isterosanpilmiografia, analisi su analisi, sia io che mio marito, isteroscopia. Nel frattempo i mesi passano, spendiamo un sacco di soldi, tutti intorno a noi hanno bambini, e noi no, non ancora. Era tutto così difficile che perdere le speranze sarebbe stata la cosa migliore.

L'ennesima ginecologa mi fa fare una cura di clomid per tre mesi, con monitoraggio follicolare e rapporti mirati, ma niente neanche in questo.

Mi mandano a Firenze, da una stronza senza cuore che ci dà un foglio con tutte le analisi da fare un'altra volta. Ecco mi mette in lista per una icsi, quindi avanti e indietro con Firenze, analisi, medicine, mi preparo per il pick up, una tortura senza essere addormentata... Mi prelevano circa nove ovociti che poi si andranno a fecondare con gli spermatozoi di mio marito, ma dopo due giorni arriva la doccia fredda: nessuno si è fecondato, c'è qualcosa che non va con gli spermatozoi di mio marito.

Torniamo a Roma e finalmente incontro il mio angelo custode. Dico finalmente perché nel frattempo sono passati quasi quattro anni dal nostro matrimonio e noi eravamo veramente distrutti. Stavamo per rassegnarci, ma io ero troppo determinata quindi fra varie litigate con mio marito lo convinco ad andare dall'ennesima ginecologa, ricominciamo analisi su analisi, sia io che lui, lui viene mandato da due dei più bravi andrologi di Roma, ma niente, il risultato era sempre lo stesso. Io nel frattempo con una cura di integratori che mi ha dato, ovulavo che era una bellezza, le mie ovaie naturalmente non erano policistiche, così lei mi dice con tutte le analisi davanti: "Ragazzi, vi mando in Spagna. Se volete lì sono molto bravi e stanno avanti rispetto a noi. Prima di cominciare con icsi, fivet ect, facciamo una semplice inseminazione. Andate in Spagna in questa clinica che sta proprio sul mare, vi rilassate, vi fate una vacanza di tre giorni e proviamo con la formula più semplice".

Beh, non ve la faccio ancora più lunga. Il primo tentativo è andato bene e adesso abbiamo un bambino di tre mesi. E' la cosa più bella della nostra vita , si è fatto aspettare, è stata dura durissima, il nostro rapporto è stato messo alla prova più e più volte, ma noi abbiamo perseverato, il mio desiderio di essere mamma era troppo forte e la gioia più grande della vita è finalmente arrivata. Non perdete la speranza, non buttatevi giù, non permettete a nessun medico di farvi rinunciare ai vostri sogni di famiglia. Ricordate perseverare è diabolico.

una mamma

(storia arrivata al nostro indirizzo email redazione@nostrofiglio.it)

Storie correlate

Il nostro lungo e tortuoso percorso per diventare genitori

Fecondazione assistita vista da lui
Infertilità senza causa per 8 lunghi anni

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati