Gravidanza difficile

Gravidanza difficile dopo un primo aborto interno. La mia Camilla è un miracolo

Di mammenellarete
neonata

14 Gennaio 2019
Dopo un primo aborto interno alla decima settimana, dopo un anno scoprii di essere di nuovo incinta. Ma la gravidanza fu da subito difficile: avevo perdite ematiche e anche dolori. Andai al pronto soccorso, mi visitarono e mi fecero degli esami. Secondo loro si trattava di una gravidanza extrauterina. Mi crollò il mondo addosso. Ma chiamai poi il mio ginecologo, che per fortuna mi fece fare vari controlli e mi seguì bene. Dopo i travagliati mesi iniziali, la gravidanza andò benissimo e il quattro ottobre nacque la mia Camilla. Sana e stupenda!

Facebook Twitter Google Plus More

La mia storia è, per fortuna, a lieto fine. Ero sposata da appena 5 mesi, quando scoprii di essere incinta! Ovviamente eravamo felicissimi, ma purtroppo il mio sogno si interruppe a 10 settimane: fu un aborto interno senza nessuna perdita.

 

Decidemmo di aspettare per riprovare poiché moralmente per noi fu un colpo duro e non ci sentivamo ancora pronti. Dopo esattamente un anno scoprii di essere nuovamente incinta, ma non ero serena, sia per l'esperienza passata sia perché si presentarono fin da subito delle piccole perdite ematiche.

 

Quando mi accorsi delle perdite chiamai il ginecologo, che mi diede da assumere il progesterone in ovuli per favorire l'impianto. Una mattina però mi svegliai con dolori acuti e sempre con alcune perdite, così decisi di andare al pronto soccorso. Mi visitarono e mi fecero degli esami. Secondo loro si trattava di una gravidanza extrauterina. Mi crollò il mondo addosso.

 

Io però decisi di contattare il mio ginecologo, il quale mi consigliò di andare nel suo ospedale. Così feci e dopo ricovero di una settimana con vari controlli e numerose ecografie, mi dissero che la gravidanza era in utero, ma con incerta evoluzione. Era per questo motivo che le perdite non si arrestavano.  
 
Trascorremmo allora un mese difficile: andavamo ogni settimana a fare i controlli, finché un giorno le perdite finalmente si arrestarono e sentimmo il suo cuoricino battere forte! Dopo i travagliati mesi iniziali, la gravidanza andò benissimo e il quattro ottobre nacque la mia Camilla. Sana e stupenda! Non finirò mai di ringraziare il mio ginecologo: se fosse stato per il primo ospedale il nostro miracolo non sarebbe qui con noi!
 

di Francesca

 

(storia arrivata sulla pagina Facebook di Nostrofiglio.it)

Leggi anche: Aborto interno silenzioso: oggi sono la mamma felice di uno splendido bimbo e Aborto interno e mola vescicolare, sono mamma oggi di due bimbe

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it

LE ULTIME STORIE