Gioia

Dopo il dolore, la gioia inattesa di una figlia

Di mammenellarete
30_ventisettesimasettimanadigravidanza

12 Dicembre 2016 | Aggiornato il 30 Maggio 2018
Rimango incinta per la terza volta senza volerlo. Quella gravidanza non me l'aspettavo proprio. E mi ha lasciato così, al quarto mese, tra le mura di casa, tra le mie mani. Il brutto colpo è stato dopo. Passano i mesi reagisco, stacco dai social, comincio dieta e sport... rinasco, per me, per la mia famiglia! Oggi sono di nuovo incinta, di una principessa che nascerà nel 2017.

Facebook Twitter Google Plus More

Ho avuto la mia prima figlia a 21 anni.

Dopo due anni esatti arriva il fratellino.

Poi tutto procede tra difficoltà sul lavoro e la voglia di essere una famiglia unita nonostante i problemi e le insidie della giovane età, ingerenze esterne e quant'altro...

Se a questo momento aggiungiamo la perdita del lavoro di mio marito...

 

Il momento peggiore arriva mesi dopo, quando scopro di essere incinta e provo smarrimento. Non possiedo più nulla delle precedenti gravidanze...

 

Presa dal lavoro non ci penso, ma al quarto mese perdo questo figlio in modo assurdo e dolorosissimo: da un sospetto di cistite (l'eco era ok) a dolori che non passano nonostante la cura e nemmeno il tempo di prepararmi per l'ospedale, dopo quel sangue. La mattina rompo le acque e in dieci minuti accade tutto, a casa, tra le mie mani... e il senso d'impotenza che mi pervade.

Le ore successive in una fredda camera... poi le visite dei cari a casa... e la solitudine.

Sì, il brutto è stato il dopo; dov'erano tutti quelli che "ti sono vicina"?...

 

Dopo mesi reagisco, stacco dai social, comincio dieta e sport... rinasco, per me, per la mia famiglia!

 

Sono passati due anni, e la notizia più bella è che, a causa di un ritardo di ovulazione, sono rimasta nuovamente incinta a fine estate...

Una principessa arriverà l'anno nuovo e la nostra gioia è incontenibile!

 

I problemi si risolvono con amore, sacrificio... un figlio anche se non programmato è un miracolo da accogliere e custodire!

 

In questi mesi sto ancora lavorando, proprio per accogliere al meglio la creatura che verrà!

 

di C

 

(Storia arrivata alla nostra email redazione@nostrofiglio.it)

 

A un passo dall'aborto mio figlio ce l'ha fatta
Io mamma giovane, a un passo dall'aborto, ho scelto la vita
Aborto spontaneo: da una brutta depressione alla gioia di aspettare Leonardo

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it 

 

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it

LE ULTIME STORIE