Home Storie Voglio un figlio

Abbiamo sconfitto insieme la depressione. Poi è arrivata nostra figlia, ma il destino sembra accanirsi con noi

di mammenellarete - 04.12.2014 - Scrivici

X4L-1042638.180x120
  Abbiamo sconfitto insieme la depressione e oggi siamo genitori di una meravigliosa bimba. Una settimana fa però il mio cuore ha cessato di battere

bsp;

 

Abbiamo sconfitto insieme la depressione e oggi siamo genitori di una meravigliosa bimba. Una settimana fa però il mio cuore ha cessato di battere

 

______________________________

 

"Mio marito ed io ci fidanzammo sei anni fa. Dopo i primi mesi di felicità, arrivò la prima batosta. Lui iniziò a soffrire di depressione e cominciò un calvario composto da psichiatri, psicologi e antidepressivi.

 

Dopo qualche mese si sentì meglio e ricominciammo a esser felici. Ma la felicità durò poco: si presentò ancora questa maledetta depressione e andammo avanti ancora tra medicine e medici inconcludenti. Poi giunse un po' di benessere e decidemmo di sposarci.

 

Due mesi prima del matrimonio, purtroppo, tornò a farci visita la bestia nera. Fu una sofferenza per me organizzare il giorno che doveva essere il più bello della mia vita. Con tanta tristezza nel cuore, portai avanti i preparativi. Per fortuna però quel giorno ci divertimmo e nei mesi successivi vivemmo un periodo di pace. Che però durò poco, perché la depressione tornò a bussare alla nostra porta.

 

A quel punto capii che qualcosa non stava funzionando con i medici fino a quel momento contattati. Iniziai una vera e propria attività di ricerca per capire la causa della sofferenza dell'uomo della mia vita.

 

Non ho mai smesso neanche solo per un istante di amarlo. La sofferenza ci univa e ci ha sempre uniti. Anche se durante due crisi depressive, lui mi mise in discussione, lasciandomi da sola.

 

Le mie attività di ricerca mi fecero trovare un forum su internet dedicato ai parenti di persone affette da disturbo bipolare. Mi iscrissi e così mi segnalarono un centro specializzato in disturbi dell'umore.

 

Andai lì con mio marito nell'estate del 2012. Iniziammo un percorso farmacologico e psicologico che nulla aveva a che fare con antidepressivi e sedute di ipnosi. Da allora trascorsero più di due anni e fortunatamente non affrontammo più problemi di depressione.

 

Nel 2013 nacque anche la nostra prima bimba, che ci rese i genitori più felici del mondo e diede un senso alla nostra esistenza. Ma volemmo esagerare e ad agosto del 2013 scoprimmo di aspettare un altro bimbo!

 

Inutile dirvi con quanta gioia nel cuore iniziammo ad affrontare questa seconda gravidanza. Mio marito sembra nato per fare il papà!

 

Ma la nostra felicità è stata, ancora una volta, spenta da un destino crudele. Dopo la morfologica, effettuata poche settimane fa, ci hanno detto che il cuore del nostro bimbo aveva smesso di battere da almeno due settimane, senza darci alcun segnale.

 

Da qui il ricovero immediato, l'induzione del parto del nostro bimbo senza vita e il dolore profondo, che stavolta ha preso il sopravvento. È trascorsa solo una settimana e il mio cuore ha cessato di battere insieme a quello di nostro figlio".

 

Una mamma

 

(storia arrivata sulla nostra pagina Facebook, editata dalla redazione)

 

Ti potrebbe interessare:

 

Parto

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it

 

 

articoli correlati