Separazione

SELEZIONA:
c8a1p1
Storie di mamme
Vorrei che mia figlia avesse un padre. Ma lui mi odia
Quando rimasi incinta non me ne accorsi subito. Il mio lui, purtroppo, non prese bene la notizia e si allontanò da me. Adesso mi sento messa su una croce. Perché io stessa non sapevo quello che stava accedendo nel mio ventre. Sono al quinto mese e a cinque giorni e sono sempre triste. Io lo amo ancora, vorrei che formassimo una famiglia
bimbo
Mamma single e giovane
Mi ha lasciata quando ero incinta: a 10 anni di distanza, ho una famiglia felice
Il mio compagno mi ha abbandonato quando ero ancora incinta. Ho cresciuto mio figlio dedicandomi totalmente a lui e in dieci anni di vita non ho ancora chiesto un centesimo al mio ex compagno e alla sua famiglia. A mio parere la paternità non è biologica, "padre" è chi cresce ed educa i figli. Ora sono sposata con un altro uomo e sono felice, ma ho comunque voluto dare la possibilità al vero padre di mio figlio di far parte in un modo tutto loro della vita del mio piccolo. 
camillagirotti
Separazione
24 anni e due figli: nonostante la separazione, sono una mamma imperfetta ma felice
A 22 anni conobbi un ragazzo, me ne innamorai e decidemmo di avere un figlio. Due mesi ed ero incinta, il nostro sogno si stava realizzando. Però le cose tra noi iniziarono a non funzionare. Poco dialogo, problemi. Dopo il parto provammo comunque a restare insieme, ma proprio non andavamo d'accordo. Ci separammo... finché mi accorsi di essere incinta di ben 20 settimane... 
mamma
Storie di mamme
Il mio ex è un violento: ora dice di essere cambiato. Devo credergli?
Ho vissuto una storia d'amore e di sofferenza durata due anni. Io e lui abbiamo avuto un figlio insieme. Purtroppo, dopo solo quattro mesi dalla nascita del piccolo, ho deciso di rompere con il mio compagno: ogni scusa era buona per litigare, mi riempiva di offese e di insulti pesanti. Non si alzava per andare al lavoro e ha un sacco di debiti. Mi mise anche le mani addosso. Ora lui mi dice di essere cambiato, ma io non so bene come comportarmi. Mi sento in colpa, perché abitiamo a 400 km di distanza e non può vedere suo figlio... ma ho tanta paura. Sarà davvero cambiato?