Home Storie Storie del parto

"Una gravidanza stupenda! Ho lavorato fino al giorno del parto"

di mammenellarete - 09.12.2013 - Scrivici

negozio-gravidanza.180x120
Sono mamma da 8 mesi e leggo molto le storie che pubblicate e i consigli delle mamme.. sono davvero molto utili! E' la mia prima figlia, ho 23 anni ed è bello potersi confrontare con altre mamme con i tuoi stessi dubbi! Ci si sente meno sole! Ho avuta una gravidanza molto bella, con il mio bel pancione ben visibile fin da subito e la mia piccola peste che già a tre mesi si faceva sentire costantemente! Ho continuato a vivere la mia vita così come facevo prima e ho lavorato per tutti i nove mesi... fino al giorno del parto! Fu proprio in negozio che mi accorsi che mancava poco al grande evento! Era un venerdì mattina: quel giorno mi ero svegliata già molto nervosa e in più in negozio mi innervosì per dei clienti. Avevo una pancione enorme, così pensai che quei dolori all'altezza dei reni fossero dovuti al peso della pancia o che comunque non mi sentivo bene

anche a causa del mio nervosismo! Chiuso il negozio andai comunque al pronto soccorso per un controllo e dopo un'ora di monitoraggio, il dottore mi visitò! "Signorina la gravidanza è un po' come quando si va al ristorante. . . si esce di casa, si va al ristorante, primo, secondo, dolce, ammazza caffè e poi conto! Bè, lei è appena arrivata al ristorante e si trova ancora nel parcheggio! Se ne parla sicuro dopo Pasqua!!" (cioè dovevano passare ancora dieci giorni!) "Ha una pancia molto grande, la bimba è vivace e il dolore è sicuramente dovuto alla stanchezza". Così me ne tornai in negozio!

 

Per due giorni continuai ad avere questi dolori, sempre più frequenti, ma non gli diedi peso fino a quando, dalla domenica sera alle sette, questi dolori si presentavano ogni 10 minuti tondi (e fu così fino a un'ora prima del parto!).

 

Non dissi niente a nessuno finché, alle 4 di notte, andai in bagno e vidi delle piccole perdite; spaventata avvertì mia madre! Non volevo andare in ospedale per non farmi "sgridare" di nuovo, così mi rimisi a letto e alle 8 andai ad aprire il negozio! Resistetti fino alle 10 dopo di che, di corsa in ospedale. . . un paio d'ore di monitoraggio ed ecco che arriva il dottore che mi visitò il venerdì: "Signora, le avevo detto dopo Pasqua!" e io "dottore ho le contrazioni ogni 10 minuti e la pancia dura dura!"

 

Mi visitò, mi guarda e mi fa: "Di corsa in stanza, la ricoveriamo immediatamente perché è già dilatata di 3 cm, se non veniva, avrebbe partorito in strada!"

 

Panico totale! Era sola, tutti a lavoro!

 

Dopo un paio d'ore arriva il mio ragazzo, i miei con mio fratello, i miei suoceri, mia zia. . . tutti! Ahahah! Erano troppi, però almeno mi tranquillizzai!

 

Il mio ragazzo, seppur giovane e spaventato quanto me, stette con me tutto il tempo.

Mi massaggiava la schiena all'altezza dei reni, mi coccolava e mi tranquillizzava! Mi è stato veramente di grande aiuto!

 

Nel giro di un paio di ore arrivai a 7 cm, ma le acque non mi si rompevano! Aspettammo fino alle 6 ma niente, così fu la dottoressa a romperle!

 

A questo punto le contrazioni si fecero sempre più forti, così come la paura che si faceva sempre più grande. . . pensavo di non farcela, avevo paura di poter far del male alla mia piccola!

 

Ma grazie al mio ragazzo, che entrò anche in sala parto, e alle splendide ostetriche e alla dottoressa, mi tranquillizzai e con solo due spinte, in dieci minuti, diedi alla luce la mia piccola!

 

Sentire il suo pianto e vederla, poterla stringere a me mi fece dimenticare tutti i dolori e tutte le paure! Ormai sono passati 8 mesi: lei sempre più bella e vivace, un vero tornado di emozioni! La cosa più bella della mia vita!

 

di Nadia

 

(storia arrivata per email a redazione@nostrofiglio. it)

 

Ti potrebbe interessare:

 

 

redazione@nostrofiglio. it

 

Le vostre storie del forum di nostrofiglio. it

 

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio. it

 

TI POTREBBE INTERESSARE