Home Storie Storie del parto

Un parto difficile, ma "la vita ora è vita!"

di mammenellarete - 11.06.2014 - Scrivici

neonato_dorme.180x120
Vi racconto la mia storia. Conosco mio marito nell'inverno del 2002, un amore consolidato già dal primo bacio. Passano gli anni e il nostro sogno è di realizzarci e andare a vivere insieme. Nel 2009 dopo la laurea e coi soldini dei primi lavoretti ci riusciamo. La convivenza è un paradiso, ci divertiamo tantissimo e ci amiamo sempre di più. Nel 2011 la tanto attesa proposta di matrimonio arriva, io sono emozionatissima, organizziamo il tutto con le nostre forze e fissiamo la data a maggio. Qualche settimana dopo la proposta decidiamo di sottoporci ai famosi esami di screening preconcepimento, il modo da essere pronti non appena avessimo avuto intenzione di allargare la famiglia.

Facciamo gli esami la mattina... al pomeriggio mi chiamano con urgenza dall'ospedale. I miei esami sono un disastro, la mia funzionalità renale è compromessa. Ricoveri su ricoveri: mi dicono che era il caso di abbandonare il sogno di una gravidanza in quanto può essere molto rischiosa per me e per il feto. Dopo quelle parole il mondo mi crolla addosso.

 

Arriva maggio e il matrimonio, io sono visibilmente provata, la felicità di quel giorno è offuscata. Amo tanto mio marito, ma la tristezza di non avere dei figli il giorno è ancora più forte. Cerco di riprendermi, passano i mesi e sperimento varie terapie. Fortunatamente riesco a tenere sotto controllo la malattia.

 

In vista dei miglioramenti riprendo col mio medico il discorso della gravidanza. Vedendomi disposta a tutto, mi dà quel tanto atteso ok, informandomi dei rischi e quant'altro.

 

Resto incinta al primo tentativo, non riesco a crederci! È stata una gravidanza complicata, con tutte le paure e le preoccupazioni amplificate dalla malattia, ma che ho affrontato con tanto coraggio, pregando e col sorriso stampato in volto. Del resto custodisco il mio grande sogno dentro di me.

 

Alla fine dell'ottavo mese, per scampare a probabili complicazioni, decidono che è arrivato il momento, mi inducono il parto. E' un travaglio lungo e doloroso in quanto immaturo e innaturale! Soffro tantissimo e dopo tre lunghi giorni finalmente vedo il faccino della mia principessa.

 

La felicità ha cancellato la fatica e le paure, finalmente abbraccio lei, il mio sogno è REALTÀ! La mia piccola oggi compie 5 mesi, la mia malattia è un po' peggiorata.. ma credetemi rifarei tutto quanto, e anche di più, lei vale ogni rischio corso e ogni ostacolo nuovo. La vita ora è VITA!

 

di una mamma anonima

 

(storia arrivata all'email nostrofiglio@redazione.it)

 

Storie correlate

 

Se desiderate un figlio, lottate e non fermatevi
Il mio parto, l'evento più emozionante e traumatico della vita
Il mio parto con il forcipe

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it

 

articoli correlati