Home Storie Storie del parto

Sofferenza fetale e terapia intensiva. Il mio bimbo però ora sta bene

di mammenellarete - 11.05.2021 - Scrivici

mamma-e-bebe
Fonte: Shutterstock
Dopo un parto difficile con sofferenza fetale, il mio piccolo è rimasto in TIN per sette settimane. Adesso ha 15 mesi e sta benissimo! Ma c'è il sospetto di malattia rara mitocondriale, anche se non abbiamo ancora una diagnosi.

La mia storia comincia nel 2019 con un test di gravidanza positivo tanto desiderato, dopo 5 anni di attesa! La gravidanza va avanti benissimo, il piccolo fagiolino ci fa compagnia anche al nostro matrimonio, che avviene sempre nell 2019.

Alla 22esima settimana di gravidanza scopro di esssre a rischio e cosi mi mettono il pessario e poi a riposo a letto! Tutto procede bene, così passano le 38 settimane! Nella sera del 6 gennaio 2020 vado in bagno e vedo sangue! Con mio marito corriamo in ospedale. Arriviamo lì, il medico che è di guardia è il medico che mi ha seguito durante la gravidanza, quindi mi sento a mio agio.

Il pessario lo avevamo tolto alla 37esima settimana! Rimango in ospedale, mi fanno il tracciato e ho piccole contrazioni che pian piano iniziano ad essere piu ravvicinate e dolorose! Dopo un travaglio di 12 ore con dolori forti il mio piccolo non ha più voglia di spingere, è bloccato: così mi fanno un cesareo. Il 7 gennaio 2020, alle 11:03, nasce il mio maschietto di 2640 grammi, puro amore! Io mi riprendo bene dopo l'intervento.

La nascita del mio bimbo

Il mio piccolo, avendo avuto una sofferenza fetale, non sta bene: ha convulsioni. Viene transferito in un altro ospedale e così inizia il mio incubo! Sette settimane fatte in TIN con minime chance di sopravvivenza!

Analisi dopo analisi, trasfusioni di sangue, encefalogramma, ecc.: tutte cose che non terminavano più. Neanche ora sappiamo esattamente cosa c'è stato! Vorrei dire a tutte le mamme di non perdere mai la speranza, perché dopo la pioggia arriva sempre il sole!

Il mio piccolo adesso ha 15 mesi e c'è un terremoto di gioia e allegria in casa! E sospetto di MALATTIA RARA MITOCONDRIALE, però non abbiamo ancora una diagnosi! Non sono riuscita a godermelo dall'inizio (non ho allattato), l'ho sentito piangere dopo 3 settimane, l'ho tenuto in braccio tardi. Vorrei avere un altro figlio, ma ho tanta paura. Il mio piccolo è adesso un bambino vivace e solare.

di Adelina 

Vuoi scriverci anche tu la tua storia? Mandala a redazione@nostrofiglio.it

TI POTREBBE INTERESSARE