Home Storie Storie del parto

Parto prematuro e Tin. Le mamme reggono il peso del mondo

di mammenellarete - 18.02.2022 - Scrivici

neonato
Fonte: Shutterstock
Dopo parto prematuro e Tin, ho potuto rivedere il mio bimbo solo dopo 23 interminabili giorni. Il mio piccolo guerriero ce l'ha fatta ed è tornato da me. Le mamme reggono il peso del mondo.
Ho scoperto di aspettare il mio piccolo Aleandro in un momento complicato per la famiglia. A mio cognato era appena stato diagnosticato un tumore al cervello e io mi sentivo in colpa per essere felice per il mio piccolino, mentre intorno a me tutti erano tristi.

La gravidanza procedeva abbastanza bene, avevo soltanto molta stanchezza tra lavoro e sorellina di cinque anni. Una notte, stranamente senza alcun sentore, mi si sono rotte le acque.
 
Ero solo alla 32esima settimana. Sono stata ricoverata in ospedale e dopo la terapia per la maturità polmonare e per cercare di ritardare il più possibile il parto, il mio piccolo ha resistito solo 3 giorni senza liquido amniotico.
 
È nato a 32 più 3 con parto naturale e velocissimo. Subito dopo la nascita io non sono riuscita a far altro che piangere e chiedere di lui. Era piccolo solo 1 kg e 590 grammi e lungo 47 cm.

Parto prematuro e Tin. Le mamme reggono il peso del mondo

Non me lo hanno fatto nemmeno tenere un secondo tra le braccia. Lo hanno portato subito via e l'ho rivisto solo il giorno dopo in Tin dentro una "culla di vetro", con la mascherina per respirare, piccolo e indifeso.
 
È rimasto in Tin per 23 interminabili giorni. Poi il mio piccolo guerriero ce l'ha fatta ed è tornato da me. Ci vuole molto forza per affrontare tutto questo, ma le mamme reggono il peso del mondo.
 
di Ada
 

Vuoi scriverci la tua storia? Manda una email a redazione@nostrofiglio.it

 

TI POTREBBE INTERESSARE