Home Storie Storie del parto

A due mesi dal parto mio figlio in ospedale per un incidente

di mammenellarete - 23.04.2021 - Scrivici

donna-triste
Fonte: Shutterstock
A due mesi dal mio terzo parto mio figlio di 17 anni fa un incidente ed entra in coma. Allo stesso tempo, mia figlia sta per venire al mondo. Come ho fatto ad affrontare tutto ciò ancora non lo so. Noi mamme abbiamo delle risorse interiori incredibili.
Buongiorno, vorrei raccontare la mia storia per dare forza a quelle mamme che, mentre stanno vivendo la gioia più grande della loro vita, si trovano, nello stesso momento, a vivere il dolore più grande che una mamma possa avere. Mi chiamo Claudia, ho due figli maschi ormai grandi e ho una bambina piccola che si chiama Greta.
 
Finalmente dopo tanti anni mi ritrovo con un nuovo amore, un'amore con la A maiuscola... che sarà coronato dalla nascita di una bambina. Mancano due mesi al parto, quando la sera del 4 settembre mio figlio più grande ha un'incidente in motorino. Un gravissimo incidente, il mio primo figlio di 17 anni è in fin di vita. 

La mia esperienza

Sto mettendo al mondo una bambina e nello stesso momento sta perdendo mio figlio. In che modo sono riuscita ad andare avanti non lo so, so solamente che mentre Lorenzo è ricoverato in terapia intensiva, la mia Greta è pronta per nascere. Fortunatamente con l'aiuto dei medici, la mia Greta è rimasta nel mio grembo fino alla fine della gravidanza. 
 
Il mio Lorenzo dopo quasi due mesi di terapia intensiva esce dal coma ed il suo percorso continua per altri tantissimi mesi in un centro riabilitativo. Il primo novembre mio figlio esce dal coma, e dopo cinque giorni nasce la mia Greta. Partorisco naturalmente. In seguito, allatto e ogni giorno vado a Parma a trovare mio figlio. 
 
Come ho fatto ad avere la forza per affrontare tutto ciò davvero non so. Ma noi mamme abbiamo delle risorse interiori che ci permettono di affrontare qualsiasi cosa. Ho tre figli stupendi e mi ritengo la mamma più fortunata di questo mondo. 
 
di Claudia
 
Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it

TI POTREBBE INTERESSARE