Home Storie Storie del parto

Diastasi addominale dopo il parto. La mia testimonianza

di mammenellarete - 25.06.2021 - Scrivici

diastasi-addominale-gli-esercizi-da-fare
Fonte: Shutterstock
Ho avuto la diastasi addominale dopo il secondo parto e sono stata molto male. Ho dovuto subire un intervento, ma dopo ho finalmente ricominciato ad avere speranza nel futuro. Sono passati quasi sei mesi e, giorno dopo giorno, sto sempre meglio e ho una pancia bellissima. Un capolavoro come la chiama il mio chirurgo.

Mi chiamo Sara, ho 38 anni. Ho avuto due gravidanze. Una singola nel 2016, una gemellare nel 2019. Dopo la prima gravidanza la pancia tornò subito come nuova. Ero giovane e in forma. Dopo la gemellare, durata 37 settimane, a detta di vari dottori troppo lunga per essere una gemellare, mi sono subito resa conto che c'era qualcosa che non andava.

I mesi passavano e io notavo che la pancia non rientrava. Inoltre ero piena di dolori che mi stavano compromettendo seriamente. Decisi di chiamare la ginecologa per parlarle della situazione, mi disse che tutto era normale non pensando alla sofferenza che potessi avere. Ero finita al pronto soccorso per un dolore ai reni, mi dissero che era una lombalgia dovuta all'addome troppo prosperoso. Da li in poi mi misi a cercare informazioni fino a che trovai un gruppo su facebook che mi accolse a braccia aperte.

Il gruppo tratta l'argomento diastasi. Prima di allora non conoscevo la diastasi, ma notavo nel mio addome che i muscoli erano separati. Riuscii quindi a dare un nome al mio disturbo. A completare l'opera si mise anche l'ernia: mi uscì una mattina mentre cambiavo mia figlia. Purtoppo prima di andare alla visita per la diastasi dovevo essere operata al seno per la terza volta.

Dopo cominciai a chiedere consiglio sui dottori esperti in diastasi dei muscoli retti. Andai da un noto medico, che però non riuscì a soddisfare le mie esigenze, anzi. Ne cercai un altro, che invece mi disse che non c'era bisogno di alcun intervento e che dovevo fare esercizi. A quel punto mi resi conto che non erano proprio all'altezza. Mi consigliarono un dottore che mai avrei pensato... sarebbe stato la mia salvezza. Prenotai e andai subito.

Diastasi dei muscoli addominali. La mia esperienza

Ero stanca di sentirmi messa alla porta con frasi banali e che sottovalutavano il mio problema. Però la visita con il terzo dottore della mia ricerca andò bene. Mi sentii subito capita e accolta "come si deve". Il rapporto umano è fondamentale quando si ha un disturbo simile. Mi prenotò subito l'intervento, che sembrava essere davvero urgente.

Aspettai con ansia quel momento, finalmente qualcuno mi aveva ascoltato, mi aveva capito e mi aveva creduto. Avevo la data finalmente, l'8 dicembre. L'intervento andò bene, durò 6 ore e al termine mi dissero che purtoppo ero davvero malmessa, ma proprio tanto.

Ringrazio tanto non solo quel dottore ma tutta l'équipe, sono state persone davvero speciali, mi hanno ridato la vita e la speranza nel futuro. Sono passati quasi sei mesi e, giorno dopo giorno, sto sempre meglio e ho una pancia bellissima. Un capolavoro come la chiama il mio chirurgo.

Sono felice e suggerisco a tutte di fare l'intervento senza paura e di credere nelle proprie sensazioni. Il medico che opera deve essere affidabile e dare fiducia. 

di Sara

(Vuoi scriverci anche tu la tua storia? Mandala a redazione@nostrofiglio.it)

TI POTREBBE INTERESSARE