Home Storie Storie del parto

La mia piccola è salva nonostante una malformazione alle vie aeree

di mammenellarete - 08.07.2021 - Scrivici

neonata
Fonte: Shutterstock
Dopo il parto, la mia bambina è stata portata subito in Tin a causa di un'atresia coanale bilaterale. Tra alti e bassi Anita è stata operata e grazie a Dio e ai medici posso giocare, amare ed abbracciare il mio dolce cuore.
Sono Silvia, mamma di Anita, che attualmente ha 18 mesi. La mia bimba è nata il 3 gennaio 2020.
 
La mia gravidanza è stata una delle più belle che esistano, ma a partire dalla 34esima settimana i dottori hanno notato un aumento di liquido amniotico. Dopo tante visite hanno deciso, a 36 settimane, di ricoverarmi per tenermi sotto osservazione e a 38 settimane ho rotto le acque.
 
Le ostetriche e i medici mi hanno rassicurato, dicendomi che la piccola stava bene... ma avevo un brutto presentimento. Dunque ho passato il travaglio in preda alla disperazione e alla paura. Alle 13 e 09 è nata Anita. Piangeva, era bellissima, ma nel giro di 10 minuti i medici me l'hanno portata via.

In Tin a causa di una malformazione delle vie aeree

Cos'ha la mia bimba? Ho chiesto ma nessuno mi ha risposto, nemmeno mio marito, che mi è stato accanto per tutto il tempo. Sono passate le ore e di Anita nemmeno l'ombra. Mi sono fatta forza e ho iniziato a girovagare per il reparto in cerca di mia figlia, finché mi è stato detto che Anita era in TIN...
 
Tin? Nemmeno sapevo cosa fosse.... mi sono precipitata in ascensore e sono andata a trovarla. Un incubo... intubata con un monitor, mille luci, mille fili e mille suoni... Questo è quello che ricordo. Scioccata ho domandato alla dottoressa cosa era andato storto... mi ha risposto che Anita era nata con una grave malformazione alle vie aeree.
 
Atresia Coanale bilaterale. Possibile che tutte le visite, tutti gli esami, tutte le ecografie non avevano evidenziato nulla? Sì, possibile. Dalla Tin siamo passati in rianimazione dal 5 gennaio fino al 15 febbraio.
 
Tra alti e bassi (anzi bassissimi) Anita è stata operata e grazie a Dio e all'équipe fantastica della Rianimazione del Salesi di Ancona posso giocare, amare ed abbracciare il mio dolce Cuore.
 
di Silvia 
 
(Vuoi scriverci anche tu la tua storia? Mandala a redazione@nostrofiglio.it)
 

TI POTREBBE INTERESSARE