Home Storie Storie del parto

Se non volessi riconoscere il bambino?

di mammenellarete - 20.01.2009 - Scrivici

Che cosa fare nel caso in cui la madre non voglia riconoscere il bambino dopo il parto. L'esperta Emadello, avvocato civilista iscritta presso il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma dal 2004, ci parla nel suo videomessaggio della possibilità di rimanere anonimi, dopo il parto, qualora la mamma non potesse o non volesse riconoscere il bambino.

Non volere riconoscere il proprio figlio non è un reato. Nel momento in cui la madre decide di non riconoscere il figlio, ha diritto a tutte le assistenze mediche necessarie al parto e ha la possibilità di lasciare l’ospedale rimanendo nell’anonimato ed affidando il nascituro alla struttura ospedaliera che si prenderà cura del piccolo provvedendo alle questioni legali e burocratiche annesse.

La donna non può essere perseguita penalmente per abbandono di minori e gode del diritto alla riservatezza da parte del personale medico che questi non ha assolutamente facoltà di divulgare i dati anagrafici della donna che, per tale motivo, non potrà e non verrà associata a quel bambino.

Guarda gli altri video dell'avvocato di Mamme nella rete.

articoli correlati