Parto naturale

Storie di mamme che hanno vissuto in prima persona il parto naturale.

'Lui' non mi ha sostenuto durante il parto come avrei voluto 'Lui' non mi ha sostenuto durante il parto come avrei voluto
il 01 Luglio 2014, Di mammenellarete
Ciao, sono una mamma di 26 anni e vorrei raccontarvi la storia della mia gravidanza e del parto e condividere con voi alcune emozioni. Sono sposata da quasi tre anni. Ho conosciuto mio marito 11 anni fa, la nostra storia è nata tra i banchi di scuola all'età di 15 anni. Quando ho scoperto di essere incinta, eravamo entrambi molto felici. A parte qualche malessere ho un bellissimo ricordo di quei nove mesi, avevo una grande voglia di fare e un benessere interiore indescrivibile.
Mio marito ha faticato maggiormente a capire cosa ci aspettava e mano a mano che si avvicinava la data presunta del parto l'ansia saliva e con essa la voglia di conoscere il nostro cucciolo. Ho cominciato a sentire le prime contrazioni durante la notte ma ho deciso di aspettare prima di andare in ospedale. Tra una contrazione e l'altra, ho finito di preparare la valigia, svolto alcune faccende domestiche, salutato la mamma e sono anche riuscita a fare un bagno caldo. Insomma non sono stata con le mani in mano ...
...continua
Il mio parto: l'esperienza migliore della mia vita Il mio parto: l'esperienza migliore della mia vita
il 27 Giugno 2014, Di mammenellarete
Sono le tre di notte del 9 gennaio 2014, quando, nel bel mezzo del sonno profondo (sono a 40 + 5), sento un dolore ai reni, mi sveglio confusa e vado in bagno.
Avverto un altro dolore sopportabile e capisco che é il momento. Niente acque, niente tappo, ma so che è il momento. Le contrazioni sono irregolari e decidiamo di aspettare a chiamare lo zio di mio marito per andare in ospedale. Alle 7:30 del mattino lo chiamiamo e ci accompagna in ospedale. Sono dilatata appena di 2 centimetri, ma mi ricoverano perché le contrazioni risultano molto forti, nonostante riesca a sopportarle bene.
Alle 8:30 inizio il travaglio vero e proprio. Ricordo di aver avuto paura sentendo una ragazza nella stanza vicino alla mia che urlava dal dolore.
...continua
Il mio parto favoloso Il mio parto favoloso
il 18 Giugno 2014, Di mammenellarete
Vorrei raccontarvi la mia storia del parto.
Inizia tutto il 20 Gennaio sera del 2014. Sono a 38+4 e ho il termine il 31 gennaio. La sera del 20 perdo il tappo: ho molto muco e sangue roseo. Chiamo la mia ostetrica per essere più sicura della situazione e lei mi dice di aspettare che il sangue diventi rosso vivo. Dopo la chiamata, mi tranquillizzo.
La notte non riesco a dormire perché iniziano le cosiddette contrazioni: una ogni 10 minuti. Mi alzo dal letto alle 5 con mio marito per preparargli il caffè. Dopo che lui va via, vado in bagno e vedo ancora tantissimo muco con sangue ROSSO VIVO. In panico mando una foto a mio marito, che mi dice di prepararmi per andare al pronto soccorso.
...continua
Il mio parto naturale in una situazione "surreale" Il mio parto naturale in una situazione surreale
il 18 Giugno 2014, Di mammenellarete
Quasi un anno fa, l'8 giugno 2013, è nata la mia terza figlia.
I miei primi due parti spontanei non sono stati troppo sofferti, perché brevi: solo 90 minuti la prima e 2 ore e mezzo la seconda.
Nei giorni previsti per il termine della mia terza gravidanza, accade che alle 6 del mattino perdo il tappo mucoso. Mio marito dice: "andiamo in ospedale!" e io ribatto: "ma và, arriviamo lì per farci dire che dobbiamo tornare indietro!". Infatti ho solo leggeri dolori simili a quelli del ciclo.
Per fortuna lui è più saggio di me, quindi svegliamo le bimbe, chiamiamo mia cognata che abita a 20 minuti di strada. Lasciamo da lei le nostre bimbe e andiamo in ospedale, ed io sono convinta di non essere ancora nel clou.
...continua
Volevo l'epidurale Volevo l'epidurale
il 16 Giugno 2014, Di mammenellarete
Ho scelto di partorire in un determinato ospedale proprio perché garantivano l'epidurale. Invece hanno fatto di tutto per non farmela e mi hanno costretta a un parto naturale. Anche dopo il parto l'assistenza in ospedale è stata inadeguata. A due mesi di distanza penso che non so se farò un secondo figlio.
Vi racconto nei dettagli com'è andata. Arrivo al PS per un controllo e rompo le acque durante un tracciato. Quindi vengo subito ricoverata e ho le contrazioni ogni 3 minuti. In mezz'ora sono già dilatata di 3 cm. Chiedo immediatamente l'anestesista per l'epidurale e non solo vengo trattata malissimo, ma non lo chiamano (l'ostetrica mi fa chiaramente capire "col cavolo che te lo chiamo adesso"). Non vale a niente l'insistenza mia e di mio marito per chiamarlo, passano più di due ore, quando arriva sono già di 8 cm e lui si rifiuta di farla, quindi sono costretta ad un parto naturale!
È assurdo che ti garantiscano l'epidurale (io ho partorito in quell'ospedale solo per questo motivo) se poi fanno di tutto per non fartela. Il mese prima, durante la visita anestesiologica, proprio un'anestesista mi aveva detto di insistere, perché le ostetriche tergiversano molto quando è il momento di chiamarli, insistono per il parto naturale e, come fanno capire benissimo durante il corso preparto con informazioni a volte false sulla partoanalgesia, se non senti dolore sei una madre di serie B! Per non parlare di un parto cesareo che - testuali parole dell'ostetrica - impedisce a madre e padre di affezionarsi immediatamente al bambino.
...continua
Un parto "inatteso" Un parto inatteso
il 05 Giugno 2014, Di mammenellarete
Conosco mio marito da una vita e credo di essermi innamorata di lui alle elementari.
Io sono cicciottella, lui è un latin lover. Passano gli anni e si accorge di me! Tra alti e bassi, arriva il giorno in cui mi chiede di sposarlo. E' tutto così strano e dopo 12 anni pensi… o la va o la spacca!
Ci sposiamo a giugno del 2011. E più passa il tempo, più sono convinta di aver fatto la scelta giusta. Così dopo due anni tutti cominciano a chiedere: "allora un bimbo?!?". Io rispondo: "mmm non so badare a me, figuriamoci ad un figlio…". Oppure: "sto così bene da sola, vado dove voglio".
In realtà sostituisco una maternità a lavoro e non è il caso. Dico alla titolare "guarda fino a quando non torna Dani, io non ci provo ma poi... vediamo!". Ad aprile 2013 Dani torna. Parlo con mio marito e gli dico: "vabbè, tanto chissà quanto ci vuole…".
...continua
Un parto "inatteso" Un parto inatteso
il 05 Giugno 2014, Di mammenellarete
Conosco mio marito da una vita e credo di essermi innamorata di lui alle elementari.
Io sono cicciottella, lui è un latin lover. Passano gli anni e si accorge di me! Tra alti e bassi, arriva il giorno in cui mi chiede di sposarlo. E' tutto così strano e dopo 12 anni pensi… o la va o la spacca!
Ci sposiamo a giugno del 2011. E più passa il tempo, più sono convinta di aver fatto la scelta giusta. Così dopo due anni tutti cominciano a chiedere: "allora un bimbo?!?". Io rispondo: "mmm non so badare a me, figuriamoci ad un figlio…". Oppure: "sto così bene da sola, vado dove voglio".
In realtà sostituisco una maternità a lavoro e non è il caso. Dico alla titolare "guarda fino a quando non torna Dani, io non ci provo ma poi... vediamo!". Ad aprile 2013 Dani torna. Parlo con mio marito e gli dico: "vabbè, tanto chissà quanto ci vuole…".
...continua
La nascita di nostra figlia, la gioia più grande La nascita di nostra figlia, la gioia più grande
il 03 Giugno 2014, Di mammenellarete
Vi racconto la mia storia. La grande avventura inizia il 28/10/2013 alle ore 10.26, quando la nostra piccola, di 2.800 kg e 44 cm, arriva tra le nostre braccia.
...continua
Il mio parto: me lo sentivo! Il mio parto: me lo sentivo!
il 03 Giugno 2014, Di mammenellarete
Ciao, vorrei raccontare la mia prima esperienza, il mio parto.
Era il 19 luglio 2013 quando al ritorno da una sagra del paese con le pizze in mano, inciampo su un gradino e faccio una spaventosa caduta di 'pancia' (ero alla 37^sett). Vi risparmio lo spavento che ci siamo presi!
Così corriamo in ospedale in ambulanza e
...continua
Il mio parto: me lo sentivo! Il mio parto: me lo sentivo!
il 03 Giugno 2014, Di mammenellarete
Ciao, vorrei raccontare la mia prima esperienza, il mio parto.
Era il 19 luglio 2013 quando al ritorno da una sagra del paese con le pizze in mano, inciampo su un gradino e faccio una spaventosa caduta di 'pancia' (ero alla 37^sett). Vi risparmio lo spavento che ci siamo presi!
Così corriamo in ospedale in ambulanza e
...continua
I miei due parti naturali dopo un cesareo I miei due parti naturali dopo un cesareo
il 27 Maggio 2014, Di mammenellarete
Ciao a tutte, sono Silvia, ho 28 anni e sono di Mantova...
La mia storia da mamma comincia nell'aprile del 2007 quando finalmente il test di gravidanza risultò positivo...
Cominciai ad andare da una ginecologa di Mantova consigliata da un'amica...
I primi mesi la gravidanza andava molto bene: niente nausee,
...continua
La storia dei miei due parti La storia dei miei due parti
il 02 Aprile 2014, Di mammenellarete
Io ne ho due di parti da raccontare, quello della femmina e quello del maschio.
Sono rimasta incinta per la femmina a 21 anni. Una gravidanza inaspettata, una sorpresa e il dubbio se portarla avanti o no. Alla fine ho deciso di tenere questo bambino desiderandolo con tutta me stessa.
La gravidanza è stata una di quelle quasi perfette. Niente nausee o malesseri, solo qualche problema con l'acidità di stomaco e la sciatica. Il parto era previsto per il 19 aprile. Martedì 10 alle 15:00 faccio l'ultima visita di controllo dal mio ginecologo che mi dice che per almeno un'altra settimana non succederà niente. Rimaniamo d'accordo di vederci sabato in ospedale per il monitoraggio e per stabilire i prossimi appuntamenti in
...continua