parto naturale

Parto lampo: il mio travaglio di 10 minuti esatti

Di mammenellarete
parto-contrazioni-400x268
19 Febbraio 2015
Sono una neomamma giovanissima. Ho quasi 18 anni e sono diventata mamma lo scorso novembre. Ho avuto un parto straordinario con soli 10 minuti di travaglio contati dalla mia ginecologa e sono stata in sala parto una oretta soltanto. Com'è possibile? E' possibile, è possibile. Adesso vi spiego il perché...
Facebook Twitter More

Era sera. Sono andata in ospedale alle 21:00 per un controllo dato che avevo leggerissimi dolori da ciclo. Appena fatta la visita avevo il collo dell'utero chiuso e conservato. Fatto il tracciato: nessuna contrazione.

Vabbè, torno a casa, mi spoglio e mi metto a letto...

Passato un quarto d'ora non riesco a stare sul letto perché sento dei forti dolori...

Ritorno in ospedale e mentre aspetto la mia ginecologa passano un paio di minuti.

Ripeto il tracciato e niente! Calma piatta. Nessuna contrazione.

La mia ginecologa decide di farmi aspettare mentre decido se farmi ricoverare o meno, dato che ero a 40+4 . No, non me la sento di tornare a casa. Decido di fermarmi...

Era quasi l'1 meno un quarto di notte.

E poi ancora: inizio a sentire dei dolori forti... ripeto quindi per una terza volta il tracciato. Ancora niente! Non vedono nessuna contrazione e mi invitano ad andare a letto. Mentre sto andando in camera avverto una sensazione di bagnato. Mi guardo... ero piena di sangue e sono corsa a chiamare qualcuno!

Da quel momento iniziano dolori fortissimi senza tregua... impazzisco dal dolore...

Mi portano in sala travaglio all'una meno 10 per visitarmi spaventati dal sangue. Non potevo crederci! Ero dilatata di 10 centimetri...!

Entro all'una di notte in sala parto vestita con i miei vestiti (non mi ero ancora spogliata, non ho avuto il tempo) e mi fanno iniziare a spingere. Ma a quel punto mi è successa un'altra cosa strana: mentre spingevo mi hanno attaccata al tracciato. Loro sentivano delle contrazioni all'apice del dolore, ma io non sentivo più nulla, non sentivo le contrazioni e loro mi imploravano di spingere ...

Gli sembravo impazzita perché parlavo tranquillamente con loro come se non stesse succedendo nulla. Allora mi metto a spingere ogni volta che me lo chiedono loro. Non riuscivo a spingere dato che non sentivo le contrazioni e mio figlio è  rimasto incastrato. Ma ero già nella fase espulsiva del parto, non più in travaglio.

Il dolore è tornato quando il bambino finalmente ha iniziato ad uscire, ma più che dolore è stato un estremo bruciore.

Finalmente il mio bambino è nato alle 2:10...

Non abbiate paura del parto perché i parti sono tutti differenti... Io avevo paura di morire e non farcela data pure la mia giovanissima età, ma non è stato così. Anzi, tutto il contrario, mi ha lasciato un ricordo bellissimo...

di mamma Selenya

(storia arrivata come messaggio privato sulla nostra pagina Facebook)

Leggi anche: il mio parto lampo,il mio parto velocissimo

LE ULTIME STORIE