parto naturale

Il mio parto veloce: "Nicola è venuto al mondo in meno di tre ore"

Di mammenellarete
neonato_manina

23 Luglio 2014
Mi chiamo Valeria e sono mamma di un bellissimo bambino di 5 mesi. Vi racconto com'è andato il mio frenetico 2013.
Conosco il mio compagno nel 2010 ed è amore a prima vista. L'anno scorso - esattamente il 25 maggio - ho un ritardo, ma penso subito che sia colpa della tiroide. Il 3 giugno faccio il test e scopro di essere incinta. Chiamo subito il mio ragazzo e lui prende la notizia molto bene.
Pensiamo che possano essere dei gemelli (per familiarità sia materna che paterna)! Il 10 giugno il ginecologo mi dice: "Valeria, qui c'e una camera di gravidanza" e si vede un "esserino lungo 3 millimetri".

Facebook Twitter Google Plus More

A fine giugno iniziamo a cercare casa, guardiamo sia appartamenti sia case singole e a schiera, ma la prima che vediamo ci piace e ci resta "impressa" nella mente. Il 15 novembre ci presentiamo al rogito, pronti per iniziare la nostra convivenza a due.

Qualche mese prima del mio termine una mia amica, che ha appena partorito, mi racconta piangendo la sua terribile lacerazione. Mi reco alla visita di controllo dal mio ginecologo e lui mi dice di non preoccuparmi. Mi dice che son giovane e che ho dei tessuti elastici e mi conferma che andrà tutto bene.

La nostra convivenza continua e piano piano facciamo acquisti per il nostro Nicola. Il giorno del termine vado a far la spesa con il mio compagno.

La settimana successiva faccio i monitoraggi perché Nicola non vuole saperne di uscire! Venerdì 7 febbraio in mattinata faccio la visita della 41esima settimana e mi rilasciano la carta con il ricovero, che avverrà l'11 febbraio per parto con induzione.

Quella notte non dormo per niente! Ho dei forti dolori alla schiena ogni 5 minuti. Mi dicono di provare a fare una doccia calda, ma i dolori non passano. Alle 2 di notte dico al mio compagno di portarmi in ospedale. Dopo il monitoraggio mi dicono di tornare a casa, dicendomi: "non ti ricoveriamo perché rischieresti di star qui due giorni per niente".

Torno a casa con la mia valigia e i miei dolori. La mattina seguente alle 10 sento di non farcela più: non trovo una posizione comoda. Ritorno in ospedale e la ginecologa dopo il monitoraggio mi dice: "oggi nascerà tuo figlio". Io sono stupita e rispondo: "Ma come? Se stanotte mi hanno detto che ci vogliono ancora 2 giorni!"

Mi ricoverano e nella stanza d'ospedale viene un ostetrica a dirmi: "no, non sei pronta per la sala parto! Vedo che non hai ancora sofferto abbastanza!" Più tardi viene un'altra ostetrica e mi dice: "vieni con me!". Mi porta in una saletta e mi fa visitare da una dottoressa bravissima, che mi dice che sono dilatata di 6 cm!

Così mi portano in sala parto! Il mio compagno mi segue e a ogni contrazione mi massaggia la schiena. E quel massaggio è un sollievo! In meno di tre ore nasce Nicola: kg 3.580 per 51 cm!Sono molto felice di vedere finalmente quel fagiolino.

Nicola è venuto al mondo sabato 8 febbraio alle 17.50. Tuttora è la nostra gioia immensa!

di Mamma Valeria

(storia arrivata all'email redazione@nostrofiglio.it)

Non esistono parole per descrivere la gioia si quel momento: il mio parto naturale
Il mio parto naturale lampo
Volevo un parto naturale

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it

LE ULTIME STORIE