Home Storie Storie del parto

Parto indotto doloroso, ma rifarei tutto mille volte

di mammenellarete - 22.06.2015 - Scrivici

partonaturale.600
Fonte: Alamy.com
Ho vissuto un parto indotto molto doloroso: avevo deciso che mia figlia non doveva nascere con un cesaro e spinsi talmente forte che lei nacque. Io però mi lacerai completamente.  Se ora ci ripenso, ricordo il dolore atroce, ma io rifarei tutto senza esitare.  Ho sentito nascere mia figlia e il parto naturale è l'appuntamento al buio più indimenticabile che si possa vivere. Vale assolutamente la pena! 

Alle 18.28 di un pomeriggio vidi per la prima volta la mia batuffolina. Provai un'emozione indescrivibile. Vi voglio però raccontare la storia del mio parto naturale dall'inizio, esattamente dal giorno in cui partorii.

 

Era il 16 marzo del 2013. Ero alla quarantaduesima settimana e la mia cucciola non ne voleva sapere di nascere. Dopo l'ennesimo tracciato con 1, 0, 2, 1, 0 contrazioni... il mio ginecologo decise di indurmele. Ma al primo tentativo non accadde nulla. Al secondo tentativo la situazione non cambiò.

 

Al terzo iniziarono i primi doloretti sopportabili. I dottori decisero verso le 12 di "rompermi le acque" ed è in quel momento che iniziai a provare dolori fortissimi. Le contrazioni arrivarono a toccare i 120/30 ed iniziarono ad essere davvero dolorose. In più dovetti affrontare il travaglio in camera davanti ad altre donne che avevano appena partorito. E non potevo né urlare né piangere liberamente.

 

Sentivo una fortissima pressione sotto il ventre e immaginavo la sua testolina. Alle 18 mi portarono in sala travaglio ed è qui che giunse il "bello". L'ostetrica si rese conto che la bimba era davvero grande e che, nonostante le mie spinte, non riusciva ad uscire. Dopo qualche spinta udii la voce del mio ginecologo che a gran voce esclamò: "preparate la sala operatoria!"

 

Io iniziai a spingere come una pazza... con o senza contrazioni. Avevo deciso che mia figlia doveva nascere in modo naturale e spinsi talmente forte che lei nacque. Ma io mi lacerai completamente. La mia meravigliosa piccola pesava 4,210 kg ed era lunga 53 centimetri: tutta bellezza.

 

Mi sedarono subito dopo per cucirmi. Mi diedero più di 100 punti esterni e interni. Inoltre, mi sottoposi a quattro giorni di flebo e mi misero aghi ovunque. Per un mese non riuscii a sedermi. Se ora ci ripenso, ricordo il dolore atroce, ma io rifarei tutto senza esitare e mille altre volte. Ho sentito nascere mia figlia e il parto naturale è l'appuntamento al buio più indimenticabile che si possa vivere. Vale assolutamente la pena!

 

di mamma Vanessa

 

(storia arrivata alla pagina Facebook di Nostrofiglio.it)

 

Parto naturale: 5 cose da sapere

 

Il primo parto... un incubo, il secondo una passeggiata

 

Parto naturale: ecco come avviene

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati