parto con epidurale

Se un diamante è per sempre, il più bel diamante è nostra figlia

Di mammenellarete
bimba
6 giugno 2014
Ho 22 anni e una meravigliosa principessa di 11 mesi: Silvia!
Vi racconto la mia storia. Nel maggio del 2012 trovo un lavoro estivo come aiuto cuoco e, fatalità, mi ritrovo a lavorare con uno degli uomini più dolci del mondo, proprio io che sulla mia strada avevo trovato solo uomini s***.
Io ho 20 anni, lui ne ha 28! Lavoriamo insieme e, di conseguenza, è tanto il tempo trascorso in risate e chiacchierate. Ma con il passare dei giorni l'intesa cresce sempre più e ci frequentiamo anche nella vita privata! Il 15 agosto 2012 io scopro di essere incinta! Ho una paura e una gioia indescrivibili. Mi trasferisco da lui e la gravidanza procede come da manuale, senza alcun problema. A parte la nausea e il vomito per i primi 4 mesi, sia io che la bimba stiamo benissimo!
Facebook Twitter More

Certo, ho tanta stanchezza e stress emotivo, oltre a crisi di pianto. Mi chiedo ogni giorno se saremo in futuro felici, dato che conosco il mio compagno da così poco! Ma lui è perfetto per tutta la gravidanza e dopo si dimostra un uomo meraviglioso.

 

Una domenica mattina - mi trovo già 4 giorni oltre la dpp - le acque si rompono senza dolori. I miei nonni, che da sempre mi hanno cresciuta, mi portano in ospedale e lì mi ricoverano! Il mio compagno, oggi mio marito, lascia il lavoro e mi raggiunge subito. Mi dicono di dormire, ma non riesco a chiudere occhio… e come si può? Anche senza doglie, è l'incontro più importante della vita di una donna! Alle 24 mi inducono il parto e all'una iniziano i dolori. Mi sento 'dilaniata', per fortuna mio marito è lì con me, senza cena e senza aver dormito, povero!

 

Mi dicono di camminare, ma non ho la forza di reggermi in piedi. Mi fanno sedere dentro la doccia e mi massaggiano con acqua calda il pancione. Finalmente ho un po di tregua! I dolori sono sempre più forti, finché inizio a perdere sangue ed entro in panico, ho paura, non riesco neanche a pensare e a ragionare.

 

Sono le 4 e mi portano in sala parto, dilatata di soli 5 cm. Chiedo l'epidurale, perché sono a pezzi e non riesco neanche più a tenere su la testa. Mi si prospettano ancora ore di travaglio. Dopo un'ora mi fanno l'epidurale, che fa il suo 'lavoro' proprio quando devo spingere! Alle 6 sono completamente dilatata: Silvia è venuta al mondo alle 6.43 del 29/04/2013 ed è un fagottino di 3,240 kg x 48 cm...la nostra gioia più grande!

 

Io non riesco a smettere di piangere e mio marito nota subito le sue mani piccolissime! Da subito si attacca al seno e a due giorni dal parto ho già fiumi di latte. Non serve dire che è cresciuta alla grande. Alle dimissioni dall'ospedale pesa già 3,200kg!

 

Dopo la prima settimana di vita, Silvia ha sempre dormito tutta la notte… e oggi ha 11 mesi ed è un piccolo angelo, si adatta a tutto e tutti! Mi rende tutto estremamente semplice, dallo svezzamento alla nanna, e ancora, quando la guardo mi chiedo: "ma come abbiamo fatto a creare una tale meraviglia?".

 

Sono ancora incredula di fronte ad un amore così immenso, dinanzi ad un amore così puro! A novembre io e mio marito ci siamo sposati e adesso cerchiamo un'altra gravidanza, un altro diamante da poter incastonare nei nostri cuori. Perché si dice che un diamante è per sempre... e per noi il più bel diamante è nostra figlia!

 

di Giuliana

 

(storia arrivata per email a redazione@nostrofiglio.it)

 

Articoli correlati:

 

Il mio parto: lo rifarei 1000 volte!
Il mio parto rapido e con finale inaspettato

 

Ti potrebbe interessare:

 

Dolori del parto: il vostro punto di vista
Papà in sala parto: sì o no?
Tutto sul parto

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it