parto con epidurale

Il mio parto "veloce"

Di mammenellarete
parto2-400x265
12 Giugno 2014
Ciao a tutte le mamme, sono Veronika e ho 21 anni.
Finalmente, dopo 9 mesi di consigli, commenti e risate sulla pagina facebook di Nostrofiglio.it, il 10 è stato anche il MIO GRANDE GIORNO e mi piacerebbe condividerlo con voi.
Lunedì sera, verso le 9 cominciano le contrazioni, mi reco al pronto soccorso, ma mi dicono di tornare più in la, in quanto sono dilatata solo di 2 cm. A dire il vero mi tirano in mezzo a un "gioco sadico" a mio parere, dicendomi che quel "2 cm" potrebbe durare una settimana. Non ci posso credere! Come può stare un'essere umano 6 o 7 giorni con le contrazioni?
Facebook Twitter Google Plus More


La sera si fanno più intense, non riesco a dormire! Torno al pronto soccorso la mattina di martedì, ma 3 centimetri sono ancora pochi e mi rimandano a casa. Martedì pomeriggio non c'è bagno caldo che regga: le contrazioni si fanno molto intense.

Torno nuovamente al pronto soccorso, sperando di non tornare a casa di nuovo! 4 cm! Finalmente!
Da lì in poi però è un calvario. Tracciati su tracciati, e ritardi a causa delle sale parto piene. Pare che tutti vogliano partorire il 10 giugno.

La sera riesco finalmente a entrare in una stanza adibita al parto. I dolori sono insopportabili, e l'epidurale è una benedizione, anche se dura davvero poco.
Ormai sono le 22.10 di sera e sono in ballo dalle 9 del giorno precedente con le contrazioni.

L'ostetrica finalmente alle 22.10 dice: "ok, ora girati, alla prima contrazione spingi!" Spingo una volta, spingo la seconda, e la bambina schizza fuori così velocemente che vengo addirittura rimproverata.

Sono le 22.15. Ci ho messo praticamente 5 minuti. 25 ore di dolorose contrazioni, per 2 spinte e 5 minuti.
Che sollievo, è tutto finito, tutto il dolore scompare appena l'appoggiano vicino al petto.
Non sento nulla di nulla, solo il suo respiro.

Ho imprecato in tutti i modi mentre partorivo, ho detto cattiverie di ogni tipo a causa del dolore.
E invece la mattina mi metto a piangere appena me la portano via per farle un controllo e abbraccio il suo peluches e la sua copertina. La amo alla follia.

Nonostante siano passate solo 24 ore e più, sento che non potrei mai vivere senza di lei.
Benvenuta Alison, 10 giugno 2014 ore 22.15.

(storia arrivata sulla pagina facebook di Nostrofiglio.it)

Storie correlate

Il mio parto superveloce
Il mio parto, l'evento più emozionante e traumatico della vita
Il mio parto con il forcipe

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it

LE ULTIME STORIE