parto con epidurale

Il mio parto con epidurale: "le contrazioni non mi davano tregua"

Di mammenellarete
neonata

27 Giugno 2014
Il termine è fissato per il 3 febbraio. Dalla visita fatta una settimana prima, il collo dell'utero risulta morbido e non dà segni di travaglio imminente. Ormai sono convinta che sforerò il termine.
Il 31 gennaio sera mi sento strana, debolissima. Misuro la pressione: è altissima! Io e il mio compagno andiamo al pronto soccorso, dove decidono, a causa dell'avvicinarsi del termine, di farmi subito un'induzione. Ormai è mezzanotte ed è sabato 1 febbraio. Mi visitano e confermano che non c'è dilatazione, né accorciamento del collo dell'utero. La mia piccola sta bene lì evidentemente. I dottori inseriscono il propess da tenere 24 ore, fino alla mezzanotte tra sabato e domenica quindi, per poi - dicono - passare al gel. "Ci vediamo domenica mattina", afferma il dottore, e via a fare il tracciato.
Dopo neanche 10 minuti inizio ad avere un dolore continuo e sempre più forte alla pancia, che non accenna a fermarsi. "Non possono essere contrazioni", penso. Date le mie continue lamentele, mi riportano nella sala delle visite. Abbasso lo slip e… si rompono le acque!

Facebook Twitter Google Plus More

Mi tolgono il propess, rimasto mezzora in tutto, e vedono che sono dilatata di un centimetro. Di corsa in sala parto! Io sono sicura che avrò le contrazioni ogni 3 minuti (o anche meno frequenti), vista la dilatazione appena accennata! Macché! Me ne viene una, sembra passare e via subito un'altra. Passa e olé, via con la terza! Senza tregua. Un disastro.

Inizio a chiedere l'epidurale quasi subito, e quando arrivo a tre centimetri, circa dopo due ore dall'inizio, me la fanno. Ho circa mezzora di sollievo, poi ancora dolore. Rincarano la dose, non serve, mi appendo letteralmente alle maniglie del letto. L'anestesista dice che non è possibile... Mi visitano e sono di 8 centimetri! Allora l'anestesista mi fa una spinale, e finalmente respiro. Dopo un'altra mezzora e sono pronta a spingere. Tre contrazioni e la mia bambolina nasce, bellissima nei suoi 2,7 kg e 47 cm, grande urlatrice fin da subito.

Un parto splendido, ma qualcosa deve pur andare storto, no? Un'ora dopo sono in sala operatoria per un secondamento manuale perché la placenta non esce.

E io che pensavo che la mia cucciola mi avrebbe fatto aspettare più del tempo stabilito!

di mamma Silvia

(storia arrivata all'email redazione@nostrofiglio.it)

Volevo l'epidurale
L'epidurale dal punto di vista delle mamme
Epidurale: il mio parto con analgesia

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it

LE ULTIME STORIE