Home Storie Storie del parto

Parto africano, la mia storia

di mammenellarete - 31.03.2014 - Scrivici

neonato2.180x120
Ciao, leggo spesso sulla vostra pagina racconti di nascite e di parti; vi vorrei raccontare il mio parto perché è stata un'esperienza unica che rifarei domani, non solo per l'emozione di ridiventare mamma, ma perché è stato tutto molto naturale. Il mio Dott. lo chiama il parto africano. Un Dott. del fatebenefratelli di Napoli è un grande sostenitore

del parto africano, io ho partorito nel gennaio del 2012 e ho avuto la fortuna che di turno ci fosse questo medico che all'epoca non conoscevo e durante il travaglio mi ha mostrato un video di un parto di una ragazza: il parto consiste nello stare sdraiata su un letto su un fianco con le gambe chiuse e le ginocchia verso il petto per aiutarti nella spinta.

 

Durante il parto il Dott mi ha sostenuto psicologicamente dandomi la forza emotiva e fisica per controllare le contrazioni e gestire le spinte, voleva che mangiassi per essere forte infatti mi ha fatto arrivare dal mio fan club familiare cioccolata e succhi di frutta perché mi diceva che avevo bisogno di zuccheri e forze; ho scelto questo parto che mi sembrava meno doloroso e più naturale come posizione; stare raggomitolata su me stessa mi faceva sentire più protetta e più forte e infatti la mia bambina in poco tempo è veramente scivolata come un pesciolino; pensate che non ha pianto e sbadigliava, non aveva un colorito alterato per lo sforzo, è stato un parto sereno che mi porterò sempre nel cuore.

 

Io non ho termini di paragone perché ho partorito solo una volta, ma ho un ottimo ricordo e anche il mio compagno che era con me durante il parto è stato partecipe di questa esperienza.

 

Su Fb ho trovato un gruppo dove molte ragazze che hanno fatto questo genere di parto (sempre con lo stesso Dott.) sono contente e vogliono diffondere la loro esperienza; oggi si sente parlare molto di parto in acqua, (che sarà anche questa un'esperienza fantastica, infatti mi ha sempre incuriosito), ma anche il parto africano dovrebbe essere diffuso.

 

Grazie per avermi letto, mi faceva piacere condividere questa "emozione" che ho vissuto e diffondiamo il parto naturale perché oggi di fanno troppi cesari; dimenticavo il parto africano è tutto senza epidurale.

 

di Lorenza

 

(storia arrivata sulla nostra pagina Facebook)

 

Ti potrebbe interessare:

 

 

redazione@nostrofiglio.it

 

Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it

 

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it

 

articoli correlati