Home Storie Storie del parto

Operata per scoliosi e gravidanza: "Sono rinata, dando la vita"

di mammenellarete - 23.07.2015 - Scrivici

scoliosi.600
Fonte: alamy
Durante lo sviluppo, poco dopo il compimento dei 16 anni, fui operata per una grave scoliosi, che aveva addirittura coinvolto il midollo osseo. Tempo dopo, per fortuna, riuscii addirittura a portare al termine una  gravidanza . La mia piccola, Anna Maria, nacque quando io avevo 20 anni. "Ho dato la vita alla mia vita".

Sono nata, anzi rinata, dando la vita. Vi racconto la mia storia.

 

Nacqui il 13 agosto di più di venti anni fa. All'età di 16 anni rischiai la vita. Durante lo sviluppo, poco dopo il compimento dei 16 anni, fui infatti operata per una grave scoliosi.

 

Alcuni medici mi dissero che era inutile cercare soluzioni, anche perché questa "curva della colonna vertebrale" aveva addirittura coinvolto il midollo osseo.

 

Avevo dinanzi a me due scelte: operarmi senza sapere se ce l'avrei fatta oppure aspettare che con il tempo il Signore mi chiamasse a sé.

 

Invece, durante l'età più bella, conobbi un medico che mi salvò la vita. Un angelo. Fui operata e andò tutto bene. Ma purtroppo, all'età di 18 anni, il mio corpo rigettò la protesi.

 

Ed ecco l'intervento del "destino" o come volete chiamarlo. Il giorno del mio 18esimo compleanno i medici mi dovettero togliere metà protesi. Non tutto il male venne per nuocere: grazie a questo nuovo intervento letteralmente NACQUI di nuovo. Dopo questa nuova operazione, mi sentii molto meglio.

 

Grazie a Dio, tempo dopo, riuscii addirittura a portare al termine una gravidanza. La mia piccola, ANNA MARIA, nacque quando io avevo 20 anni. Magari non ci crederete, ma, grazie a tutte le analisi effettuate in gravidanza, ho addirittura scoperto di averla concepita il 13 agosto, il giorno del mio ventesimo compleanno.

 

HO DATO LA VITA ALLA MIA VITA!

 

di mamma Francesca

 

(storia arrivata tramite la pagina facebook)

 

Storie correlate

 

La storia della mia rinascita: la mia lotta contro la malattia
La disabilità non è un limite
Mamma felice di un bimbo con emofilia

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati