Home Storie Storie del parto

La storia dei miei due parti e dei miei due angeli in cielo

di mammenellarete - 05.01.2016 - Scrivici

fratelli.600
Fonte: Alamy.com
Ho partorito due volte. Ho dato alla luce Matteo quando avevo 26 anni e la piccola Marzia all'età di 36 anni. Entrambi sono meravigliosi e rappresentano la gioia della mia vita. Ho messo al mondo due capolavori. Ecco la storia dei miei due parti .

Sono una mamma di due bambini: uno ha tredici anni e si chiama Matteo e la bambina ha due anni e sette mesi. Sono la gioia della mia vita.

Quando ebbi Matteo, avevo 26 anni. Lavoravo e lavoro in una casa di riposo. Inoltre, ho sempre avuto un ciclo irregolare. Un giorno, mentre ero a lavoro, pensai che avevo un ritardo di una settimana, ma non diedi immediatamente peso a questo.

Dato che il ciclo non arrivava, comprai il test. Risultò positivo. Quando lo dissi a mio marito, lui scoppiò a piangere per la gioia. Durante la prima ecografia fu davvero emozionante vedere il nostro ometto che muoveva le manine.

La gravidanza andò avanti molto bene, finché la sera del 17 ottobre 2002 alle 22 mi svegliai con dei dolori forti. Avvisai il mio ginecologo che mi disse di non preoccuparmi, perché era il bambino che si muoveva per trovare una posizione.

Tornai a letto e i dolori si fecero sempre più forti e frequenti, finché alle 5 di mattina dovetti andare di nuovo in ospedale. Mi visitarono e mi dissero che avevo una dilatazione di quasi otto centimetri.

Allora mi portarono in sala parto. Mio marito mi rimase sempre vicino. Alle 8.30 arrivò il mio ginecologo e alle 8.50 sentii il mio bambino piangere per la prima volta. Il piccolo pesava 3.250 chili ed era lungo 50 centimetri. Fu l'esperienza più bella della mia vita.

La mia piccola Marzia invece nacque il 01 dicembre 2012. Io avevo 36 anni e mi ricoverarono un giorno prima del termine prestabilito perché rischiavo la gestosi. Sabato 1 dicembre, alle 14, mi si ruppero le acque. Chiamami mio marito a casa e lui venne immediatamente.

Alle 16 mi visitarono, dicendomi che se tutto fosse andato bene, avrei partorito verso le due di notte. Alle 19 giunsero mia suocera e mio cognato. Alle 19.10 mi fecero il monitoraggio e in seguito arrivò l'ostetrica e mi visitarono.

Sorpresa! C'era già fuori la testa. Mi portarono in barella in sala parto e mio marito fu sempre presente. In 7 minuti nacque la piccola, che pesava 2.630 chili ed era lunga circa 48 centimetri. Era bellissima.

C'è una nota stonata nella mia storia. Anzi due. Purtroppo prima di avere Matteo, ebbi due aborti spontanei. Nonostante abbia i miei figli, gioie della mia vita, io ho una ferita aperta quando penso a quei due angeli volati in cielo.

Questa è la mia storia di madre e donna. Sono convinta di aver messo al mondo due capolavori.

di mamma Marinella

(storia arrivata all'email redazione@nostrofiglio.it)

I miei due parti naturali dopo un cesareo

Il mio parto felice dopo tante interruzioni di gravidanza

Trauma da parto: mia figlia, un piccolo miracolo

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it

Aggiornato il 22.01.2018

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati