Home Storie Storie del parto

Il mio post-parto

di mammenellarete - 03.04.2020 - Scrivici

post-parto
Fonte: Nostrofiglio.it
La video-blogger Marzia di Francesco ci racconta come ha vissuto il periodo post-parto: le difficoltà che ha incontrato sia dal punto di vista fisico, sia da quello psicologico.

Vi racconto il mio post-parto

Ciao a tutti,

 

mi chiamo Marzia di Francesco e oggi vi parlerò del mio post-parto, sia dal punto di vista fisico, che dal punto di vista psicologico. Nei primi 40 giorni dopo il parto, ho avuto una serie di piccoli fastidi. 

L'episiotomia

Ad esempio, io ho subìto una episiotomia che è una piccola incisione del perineo che praticamente serve a facilitare la fuoriuscita del bambino. Quindi, mi hanno messo parecchi punti e, tutte le volte che mi dovevo sedere, provavo un po' di fastidio. Provavo anche fastidio quando dovevo andare in bagno, quindi avvertivo bruciore, questo soprattutto nei primi giorni. Avevo proprio delle difficoltà ad andare in bagno, però diciamo che questa era più una condizione psicologica, perché durante il travaglio l'ostetrica mi ripeteva sempre di spingere come se dovessi andare in bagno e quindi mi ricordava proprio quell'atto. Avevo talmente tanto spinto che non avevo più voglia di spingere. 

L'incontinenza

Poi c'era un altro fastidio che era l'incontinenza, quindi ad esempio quando ridevo o tossivo avevo delle piccole perdite, quindi non era una situazione molto piacevole. E' vero che non si hanno più le contrazioni ma si hanno i morsi uterini, che praticamente aiutano a far tornare l'utero nelle dimensioni originarie. E poi, subito dopo il parto si hanno i lochi, che sono delle perdite di sangue che durano circa 40 giorni: quello non è il capo parto. Poi, per quanto riguarda il ciclo, a me è tornato dopo una anno e mezzo dal parto, perché in questo ha interferito l'allattamento. 

La montata lattea

A proposito di allattamento, vi parlo dell'arrivo della montata lattea. L'arrivo della montata lattea non è stato molto piacevo perché avevo il seno molto gonfio, teso, avevo tutte le vene bluastre e quindi mi faceva molto male perché chiaramente quella è la fase della calibrazione, la fase dove si deve adeguare la produzione di latte in base alle richieste del bambino. Quindi, diciamo che ho avuto questo fastidio all'inizio con l'arrivo della montata lattea e poi ho avuto il problema della ragadi, però questo soltanto nei primi giorni, perché mio figlio ancora non era in grado di attaccarsi come invece avrebbe dovuto fare. Proprio per questa ragione, mi sono aiutata con delle coppette d'argento e poi per svuotare un pochino il seno ho fatto anche degli impacchi con l'acqua calda.

Guarda tutto il video di Marzia:

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati