Home Storie Storie del parto

Il mio parto (prematuro) a soli 16 anni

di mammenellarete - 20.06.2014 - Scrivici

partoprematuro.180x120
Sono una ragazza madre molto giovane, ho solamente 17 anni (il grande giorno ne avevo ancora 16) e ho partorito a Roma il 19 aprile scorso, a 32 settimane. Tutto inizia il 18 alle 7:00, quando inizio a sentire male ai reni, ma provo a non pensarci e a immaginare semplicemente che Gabriel si sia "appoggiato". Fino all'1:00 di notte, quando, non riuscendo a dormire per il fastidio, vado in bagno e noto del sangue. Allora urlo chiamando mia madre (impaurita per via di un distacco di placenta avuto qualche mese prima), che scende e viene in bagno; io in quel momento noto di aver perso il tappo, allora chiamo una amica e le chiedo se il suo ragazzo può accompagnarmi in ospedale.

Arrivati all'Aurelia Hospital i medici pensano che sia la mia amica a dover partorire, visto che lei ha "sforato" il tempo. Invece, dopo aver chiarito la situazione, la ginecologa mi visita e mi dice che sono dilatata di 2 cm e che mi trasferiranno al San Filippo Neri in ambulanza!

 

Io non mi aspetto subito il ricovero, anche perché il male ai reni che sento è sopportabilissimo! Fatto sta che rifiuto il ricovero al Filippo Neri e chiedo alla ginecologa di farmi un foglio di ricovero urgente, dicendole che sarei andata al Policlinico A. Gemelli. E così mi ricoverano al Gemelli, mi somministrano del cortisone per la maturazione dei polmoni del piccolo e cercano di interrompere il travaglio per evitare una nascita pretermine.

 

Alle 10:00 i dolorini sono sempre i soliti e i medici dicono a mia madre che può andare a casa per prendere qualcosa per me. Io resto in patologia ostetrica e verso le 11:50, turbata un po' dal fatto che sono sola, senza amica e madre, inizio a piangere. Un'ostetrica viene a visitarmi pensando che stia male. Beh mi guarda e mi dice: - "ma tu sei di 8 cm, dobbiamo andare in sala parto!".

 

Mi portano in sala parto e il mio bimbo nasce, ma viene portato subito via dal neonatologo per una visita e io non riesco neanche a toccarlo. Uscita dalla sala parto vedo mia madre, la mia amica e il suo ragazzo che non hanno fatto in tempo ad arrivare in tempo per il mio parto.

 

IL MIO PICCOLO GABRIEL E' NATO E NON POSSO TENERLO TRA LE BRACCIA!

 

Finalmente dopo alcune ore riesco ad andare in neonatologia per avere informazioni: Gabriel pesa 1.840kg per 43cm, non molto, ma respira autonomamente! Ha soltanto un piccolo distress respiratorio, risolto con la maschera.

 

La nostra avventura si è conclusa 15 giorni dopo la dimissione del mio puffo, che aveva acquisito la suzione e dopo il calo iniziale, aveva recuperato e pesava 1.880kg.

 

Ora ha 2 mesi anagrafici e pesa 4 kg: sarebbe dovuto nascere in questi giorni!

 

di mamma Giulia

 

(storia inviata all'email nostrofiglio@redazione.it)

 

Storie correlate

 

Parto prematuro: vi racconto il mio miracolo
Mamma giovane: incinta a 18 anni
Mamma giovane: incinta mentre stavo ancora studiando

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it

 

articoli correlati