Home Storie Storie del parto

Il mio parto in casa: il racconto di una mamma

di mammenellarete - 12.05.2022 - Scrivici

il-parto-in-casa
Fonte: Shutterstock
L'esperienza del parto è sempre unica e irripetibile. Daniela ci racconta la sua esperienza del parto in casa, una scelta ancora non molto condivisa

Il mio parto in casa: il racconto di una mamma

Buongiorno a tutti! Mi chiamo Daniela e sono mamma di un bimbo di quasi sette mesi. . . nato in casa per scelta.


Ehhh già, io, terrorizzata da quello che poteva essere il parto e soprattutto terrorizzato dalle strutture ospedaliere, ho deciso di partorire proprio a casa con il mio compagno e ovviamente con un ostetrica professionista. È stata l'esperienza più bella della mia vita e lo è stata anche per il mio compagno.
Non dico che sia stata una passeggiata, anche perché le contrazioni si sentivano,ma ero nell'intimità di casa. . . libera di fare ciò che volevo. E se devo dirvela tutta si sono creati anche dei momenti di ilarità. . .

A dilatazione completa io e il mio compagno ci siamo coccolati salutando la nostra vita a due. . . abbiamo fatto il caffè perché oramai si era fatta mattina e dopo un'ora è arrivato tra noi. Cinque ore in tutto, nessuna episiotomia, nessuna lacerazione.

È per questo che mi sento di dire a tutte le future mamme preoccupate del parto, che magari leggono di dolori allucinanti, tagli improponibili e punti infiniti. . . che non è sempre così.

Lasciatevi andare a ogni contrazione, tenendo a mente che come arriva, prima o poi finisce e soprattutto. Fidatevi del vostro bambino. . . lui sa cosa fare e come farlo. Noi dobbiamo solamente accompagnarlo in questo cammino ricordando che è lui che sta facendo la fatica più grande. . . sta nascendo per noi.

Un abbraccio,

Daniela

(storia arrivata per email a redazione@nostrofiglio. it)

Ti potrebbe interessare:

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio. it e se hai storie da condividere scrivi a redazione@nostrofiglio.

it

Aggiornato il 20.02.2014

TI POTREBBE INTERESSARE