Home Storie Storie del parto

Il mio parto favoloso

di mammenellarete - 18.06.2014 - Scrivici

parto_favoloso.180x120
Vorrei raccontarvi la mia storia del parto. Inizia tutto il 20 Gennaio sera del 2014. Sono a 38+4 e ho il termine il 31 gennaio. La sera del 20 perdo il tappo: ho molto muco e sangue roseo. Chiamo la mia ostetrica per essere più sicura della situazione e lei mi dice di aspettare che il sangue diventi rosso vivo. Dopo la chiamata, mi tranquillizzo. La notte non riesco a dormire perché iniziano le cosiddette contrazioni: una ogni 10 minuti. Mi alzo dal letto alle 5 con mio marito per preparargli il caffè. Dopo che lui va via, vado in bagno e vedo ancora tantissimo muco con sangue ROSSO VIVO. In panico mando una foto a mio marito, che mi dice di prepararmi per andare al pronto soccorso.

Nel frattempo chiamo mia madre per non stare da sola. Fortunatamente mio marito lavora dietro casa e mia mamma abita vicino. Mia mamma e mio marito arrivano, lui mi dice: "se mi hai fatto venire a casa per niente mi incavolo!". Dopo una piastrata di capelli e un pò di trucco, non ho neanche il tempo di mettere le scarpe che mia mamma e mio marito decidono di farmi uscire con le infradito...

 

Prendo la valigia e via per il pronto soccorso fortunatamente dietro casa. Arriviamo e mi visitano, poi mi dicono che sono dilatata di 3 centimetri. Io e mio marito ci guardiamo felicissimi: io sono sollevata. "Non siamo venuti per niente" - penso. Dopo la visita mi fanno il monitoraggio e mi danno l'antibiotico perchè ho un infezione.

 

Dopo mi portano in camera, mi cambio e mi metto comoda. Mi dicono di camminare e in quel momento inizia ad essere tutto più faticoso, perché sento la spinta in basso e ho mal di schiena. Ogni ora mi visitano e tutto va molto a rilento, in più ho poco liquido. Alle 3 e qualcosa mi viene fame e vado al bar con mio marito e mia mamma, mentre i suoceri rimangono in attesa. Dopo aver finito, mio marito mi fa fare 3 piani di scale a piedi.

 

Arrivati al piano del reparto, l'ostetrica mi cerca per la visita e mi sgrida per il panino mangiato, dicendomi che mi potrebbe provocare una eventuale nausea. Poi mi visita e sono a 4 cm e mezzo: mi porta nella sala parto.

 

Danno a mio marito il camice e i copriscarpe e lui entra con me. Alle 4 mi fanno il monitoraggio e inizia il travaglio. Ho appena un pò di nausea, ma è passeggera. Alle 6 si rompono le acque e avverto una sensazione strana, le contrazioni diventano più forti. Ad ogni contrazione mi fa male la schiena e mio marito mi fa un massaggio.

 

Dopo la rottura delle acque mi dilato molto velocemente, fino ad arrivare a 10 cm. Allora inizio a spingere.

 

Non sono andata in crisi e sento di essere stata brava, non avendo neanche fatto il corso preparto. Mi ha aiutato invece molto un'ostetrica, bravissima e dolcissima.

 

Mio marito è stato fantastico: era agitato, ma per farmi stare tranquilla non lo ha dato a vedere. Si è goduto la "visuale davanti" e non sembrava impressionato di niente. Ha voluto vedere tutto, dai primi capellini fino all'uscita. Dopo 40 minuti di spinta, alle 19 e 28, è nato il nostro meraviglioso bambino di nome Thomas di 2 chili e 930 grammi. Dopo mi hanno messo solo 2 punti.

 

E' stato un parto favoloso, io pensavo che sarebbe andato peggio, avendo letto e ascoltato tanti racconti. Oggi il mio bambino ha 4 mesi ed è di una bellezza INCREDIBILE.

 

di mamma Mery

 

(storia arrivata alla pagina facebook di Nostrofiglio.it)

 

Storie correlate

 

Il mio parto veloce
Il mio parto, l'evento più emozionante e traumatico della vita
Parto inatteso

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it

 

TI POTREBBE INTERESSARE