Home Storie Storie del parto

Il corso di preparazione al parto

di mammenellarete - 04.03.2009 - Scrivici

corso_pre_parto_big.180x120
Le ansie di una donna in gravidanza riguardano spesso la paura dei cambiamenti fisici, il timore di non riuscire a tornare in forma, e soprattutto il pensiero di poter affrontare una gravidanza difficile con un travaglio doloroso ed un parto faticoso. La paura del parto si chiama tocofobia e tutte queste ansie possono semplicemente risolversi se la futura mamma è bene informata ed effettua degli esercizi che l’aiutano a distendere, sia mentalmente che dal punto di vista fisico.

I corsi di preparazione al parto sono proprio indicati per annullare le paure. Sono una palestra davvero efficace che riduce lo stress, sia prima dell’evento che durante l’atto stesso, ed, inoltre, aiutano anche a diminuire l’incidenza dei tagli cesarei a favori di parti naturali non del tutto difficili.

Ultimamente, a questi corsi partecipano anche i papà che hanno il desiderio di partecipare a questo evento spettacolare ed emozionante per una famiglia.

I corsi si dividono in una parte teorica abbastanza informativa e, chiaramente, una parte pratica: esercizi orientati in modo mirato a ridurre la tensione muscolare e ad ammorbidire le parti del corpo coinvolte nel parto stesso. Nella parte informativa gli esperti si dedicano alla spiegazione dettagliata dell’ anatomia della donna, dei cambiamenti fisiologici della gravidanza, consigli su come accudire il bambino; insomma, una scuola generale che parte dal momento del concepimento (anche dal punto di vista fisico), sino ad arrivare alla nascita e al mondo del bambino stesso.

Nella parte dedicata all’attività fisica, vengono praticati esercizi in acqua (alcune donne, poi, effettuano dei corsi specifici proprio per il parto in acqua), come l’acquagym; oppure esercizi di respirazione. Il training autogeno respiratorio (Rat) è uno dei fondamentali insegnamenti nei corsi di preparazione al parto.

La respirazione non è tutta uguale in tutti i momenti del parto: bisogna sempre tener presente i consigli dell’ostetrica che suggerisce di respirare in modo profondo quando le contrazione (durante parto e travaglio) sono più intense e bisogna dare una spinta maggiore.

Oltre al training autogeno sono previsti determinati passi graduali da adottare come le tecniche di respirazione e rilassamento, l’ ipnosi, lo yoga , lo shiatsu, tutti atti al rilassamento muscolare e mentale (il suono e la musica, la riflessologia).

È ovvio che come ogni consulto psicologico e fisico, il corso di preparazione al parto non fa miracoli. Ogni donna può dare l’interpretazione che vuole e può saper e voler adottare quando vuole questi insegnamenti. Sicuramente l’obiettivo è quello della trasmissione della serenità e della presa di coscienza che aiuterà a concentrarsi meglio durante il parto.

Hai mai partecipato ad un corso pre-parto? Racconta la tua esperienza sul forum "Aspetto un figlio"!

articoli correlati