Home Storie Storie del parto

I dolori post parto

di mammenellarete - 25.06.2009 - Scrivici

dolori-post-parto_big.180x120
Una volta nato il bambino, la madre deve affrontare la convalescenza e la ripresa delle normali funzioni dell’organismo: abituarsi nuovamente a pensare unilateralmente. Circa il 20-40% delle donne che hanno partorito lamenta di soffrire di mal di testa, dolori al perineo e altri fastidi che fanno sentire la neomamma in una condizione di lieve malessere generale.

Vediamo insieme quali sono i disturbi post parto più diffusi che non devono destare troppa preoccupazione.

 

 

Dolore al perineo

 

Il tessuto connettivo e i muscoli che si trovano tra la vagina e il coccige sono quelli che hanno subito maggiore pressione durante il parto. In effetti, molte volte, il perineo si lacera o viene inciso per poter permettere la migliore fuoriuscita del bambino. Anche se non si è andate incontro a taglio cesareo o incisione, questi dolori sono del tutto normali. La prima cosa da fare è prendere coscienza della parte di perineo da riabilitare cercando di fare degli esercizi che permettano di rendere la muscolatura interessata di nuovo elastica e tonica. L’ostetrica saprà indicare degli esercizi specifici che consisteranno nella contrazione e nel rilassamento, alternato, dei muscoli di ano e della zona che interessa il perineo stesso.

 

Per alleviare il dolore anche all’atto del defecare, può servire cospargere di crema l’orifizio anale prima di scaricarsi ed alimentarsi in modo che le feci siano molto più morbide. Il medico, potrà indicare degli antidolorifici locali, in spray o in gel, a base di ibuprofene. Quasi tutte le donne trovano sollievo con il bidet: è il calore dell’acqua ad arrecare beneficio. Anche l’utilizzo di una ciambella di gomma o gommapiuma su cui sedersi allevia di molto il dolore favorendo la guarigione.

 

 

Cefalea da sforzo

 

La cefalea da sforzo si manifesta perché tutta muscolatura del corpo, durante il parto, è interessata e sottoposta ad uno sforzo notevole: i muscoli si contraggono e scatenando il fastidiosissimo mal di testa. Una normale attività fisica aiuta a ridurre il dolore perché rilassa i muscoli.

 

Uno dei rimedi principali è quello dell’utilizzo di antidolorifici a base di paracetamolo che può essere assunto anche durante l’allattamento, senza problemi. A volte può essere efficace coprire la testa durante la notte, un massaggio al collo oppure un cuscino termico che rilassa i muscoli cervicali. L’olio di menta peperita ha proprietà rinfrescanti e migliora la vascolarizzazione, può portare sollievo se applicato sui punti dolenti. L’effetto rinfrescante raggiunge il cervello prima del segnale di dolore e per questo, molto probabilmente, il cervello percepirà un alleviamento del dolore stesso.

 

Sarà utile sapere che l'allattamento riduce notevolmente il mal di testa.

 

Come è stata la fase del tuo post parto? Raccontalo sul nostro forum!

 

 

articoli correlati