Home Storie Storie del parto

I miei due tagli cesarei ravvicinati

di Nostrofiglio Redazione - 10.01.2023 - Scrivici

caro-ettore-ti-scrivo
Fonte: Shutterstock
Mamma Giulia scrive una lettera al suo piccolo Ettore, nato da un cesareo d'urgenza e che le ha dato la forza per affrontare un secondo cesareo ravvicinato

In questo articolo

I miei due tagli cesarei ravvicinati

Caro Ettore

il primo test positivo risale a domenica 4 ottobre 2020. Ti abbiamo cercato, la mamma ti ha desiderato fortemente fin dal primo giorno, il detto "si è mamma fin dal primo test positivo" calza proprio a pennello.

Abbiamo iniziato tutti i vari controlli: analisi del sangue, eco, bitest ecc...tutto procedeva bene. E' stata una gravidanza un po' sudata; le forti nausee e il vomito mi hanno tenuto compagnia fino al 5º mese.

Arriva maggio, la DPP era a metà giugno, ma io da dopo la morfologica (26 gennaio 2021) continuavo a ripetere a tutti in famiglia e ad amici che saresti nato prima e con un taglio cesareo….puro sesto senso.

Così arriva il 19 maggio, mi reco dall'ostetrica a fare i tamponi per aprire la cartella clinica e mi dice che il collo dell'utero è leggermente accorciato e sono dilatata di 2 cm. A sentir quelle parole, scherzando le chiedo se il giorno seguente avrei mangiato la mia torta di compleanno a casa, visto che sarebbe stato il mio 29º compleanno. Lei sorride e mi dice di stare tranquilla che saresti rimasto al calduccio nella mia pancia ancora per un po'.

Alla sera papà va a calcio con amici ed io sono in divano in relax…starnutisco e all'improvviso partono delle perdite ematiche…chiamo nonna e papà a casa…partiamo per l'ospedale...ero a 36+5, una corsa contro il tempo…C'è stato un distacco di placenta con emorragia, la causa non l'abbiamo mai scoperta…mi addormentano e alle 21.26 nasci tu, mio piccolo Ettore.

Ci hanno salvato la vita quella sera...ti sei dimostrato un leone quella sera, nè io nè te abbiamo avuto ripercussioni. Passano i giorni e le settimane e tu sei un vero e proprio angioletto..il nostro orsetto.

..divori il latte in men che non si dica e sei un vero e proprio dormiglione. Iniziamo a collezionare ricordi con te io e papà.

 

Una seconda gravidanza, un altro cesareo

A settembre la prima vacanza al mare e dopo due mesi, il 7 novembre 2021, scopriamo che saresti diventato fratello maggiore.

Il 27 giugno con un parto cesareo programmato (questa volta ero sveglia e sono arrivata alla data programmata) è nata la tua sorellina Bianca.

Al nostro rientro a casa dall'ospedale hai mosso i tuoi primi passi verso di me, in quel momento il mio cuore è scoppiato di gioia, mi eri mancato immensamente in quei giorni lontana da te. Ti stai rivelando un fratello maggiore coccolone.

Racconto questa storia dei miei due tagli cesarei ravvicinati in quanto per me non si sono rivelati traumatici, anzi la ripresa dopo entrambe è stata molto veloce e non troppo dolorosa. La mia esperienza vuole rassicurare tutte le mamme che devono affrontare due tagli cesarei vicini...nulla è impossibile e avere a casa un bimbo piccolo che ti aspetta ti fa dimenticare tutto

Lettera di mamma Giulia al suo piccolo Ettore

TI POTREBBE INTERESSARE