Home Storie Storie del parto

Cade un tabù: sì al pasto durante il travaglio

di mammenellarete - 22.01.2010 - Scrivici

cibo_590.180x120
Oltre alla miriade di dolori intrinseci alla condizione di partoriente, spesso le donne durante il travaglio si sono ritrovate ad accusare anche il fastidio dello stomaco vuoto e della conseguente debolezza. Stando a un maxi studio del gruppo Cochrane condotto da Mandisa Singata, dell'East London Hospital Complex, in Sudafrica, non ci sarebbe, però, nessuna controindicazione all'assunzione di cibo durante il parto. Il lavoro, Cochrane Systematic Review, si è basato sulla disamina di cinque studi condotti sull'argomento, per un totale di 3.130 donne; ma nessuno degli studi riguardava donne ad alto rischio di anestesia, sottolineano gli esperti, per cui prima di stilare raccomandazioni definitive bisognerà considerare anche questi casi.

Il timore legato all'ingestione di cibo durante il travaglio sarebbe fondato solo nel caso in cui insorgessero complicazioni durante il parto e la donna dovesse andare incontro ad anestesia totale. In ogni caso, anche i cesarei sono ormai praticati in anestesia locale, e quindi il pericolo da stomaco pieno sarebbe remoto anche in questa circostanza.

articoli correlati