Home Storie Storie del parto

Bambina nata a 34 settimane e apnee... a chi è capitato?

di mammenellarete - 31.07.2014 - Scrivici

piedino-prematuro.180x120
Ciao a tutti, volevo raccontarvi la mia storia e nel frattempo chiedere se altre mamme hanno avuto la mia stessa "esperienza". Dopo 10 anni dalla mia prima gravidanza, finalmente a novembre scopro di essere incinta per la seconda volta, mia figlia avrà un fratellino o una sorellina. Tutto sembra andare perfettamente, niente nausee (come la prima gravidanza) solo tanta ma tanta stanchezza. A fine novembre il primo spavento. Ho delle perdite, conosco già le classiche perdite da impianto" avute nella prima gravidanza ma stavolta sembrano davvero troppe...vado in ospedale e per fortuna dicono non sia nulla anzi non sanno neanche spiegarmi da dove arrivano quelle perdite.

A fine gennaio inizio ad avere qualche dolorino, il ginecologo mi visita quasi ogni giorno (vivo in Germania) e mi da del magnesio per distendere i muscoli. . . e progesterone. Il collo dell'utero è chiuso, riposo assoluto ma non passano.

 

Il 27 gennaio la visita non va come speravo. . . il dottore mi spedisce subito in ospedale, diagnosi collo dell'utero accorciato e ho perso anche del liquido amniotico, panico!!!

 

La situazione è critica, comincio ad avere tanta paura per la vita che cresce dentro di me. Mi fanno le flebo, antibiotico e per fortuna dalla successiva ecografia il liquido amniotico sembra aumentare, la piccola è forte. Dopo due settimane di ricovero, mi dimettono (contro il parere del mio gine) ma dovrò stare a riposo assoluto.

 

Passo solo 3 settimane a casa tra divano e letto, ma la notte del 5 marzo ho dei dolori ai reni (so che può succedere in gravidanza) ma mio marito mi porta lo stesso in ospedale. . . per fortuna!!! Lì riscontrano si un blocco al rene destro ma il collo dell'utero si è di nuovo accorciato. . . . mi ricoverano!

 

Dopo una settimana all'eco di controllo, il collo dell'utero è 0,8mm, rischio il parto prematuro e sono alla 23esima settimana. . . . panico, angoscia, paura!

 

Nell'ospedale dove mi trovo non sono attrezzati per i prematuri, così mi trasferiscono in ambulanza in una clinica abbastanza rinomata in zona. All'arrivo mi dicono che il parto non avverrà subito ma tra qualche settimana. . . mi parlano di percentuali, rischi ecc

 

Resterò in ospedale fino alla fine. . . i primi di aprile dal tracciato si vedono delle "strane" contrazioni, penso che stavolta ci siamo. . . ho paura per la mia piccola. . . Tempestivo intervento dei medici. . . mi mettono subito la flebo per bloccare le contrazioni, 7 giorni di flebo 24 ore su 24 e anche stavolta "pericolo scampato".

 

Ho comunque il sacco aperto da qualche parte e più la mia piccola cresce, più è alto il rischio di infezioni sia per lei che per me.

Indurranno il parto a 34+0 ovvero il 28 maggio.

 

L'ultima eco stima il peso della piccola a 1,900Kg.

 

Da premettere che la mia prima figlia l'ho avuta con parto cesareo in anestesia totale. . . stavolta desidero il parto naturale e spero tanto di riuscirci.

 

Il 29 maggio alle 23:20 nasce la mia splendida cucciola e pesa inaspettatamente 2,590Kg. Sta bene, passa solo una notte in intensiva e il giorno dopo è già al reparto neonatologia.

 

L'allatto, cresce bene. . . mi dicono che ci tengono in ospedale (io posso rimanere con lei, nella sua camera c'è un letto anche per me) fino alla 36esima settima, ovvero 2 settimane dopo la nascita. E' comunque monitorata, e gli allarmi che suonano mi dicono siano normali per una bimba prematura. Fa delle apnee (non gravissime per fortuna non ho bisogno nemmeno di intervenire che è già passata) che dovrebbero risolversi entro il termine in cui sarebbe dovuta nascere (9 luglio).

 

Passano le due settimane, ma gli allarmi continuano, non ci dimettono e iniziano una terapia a base di caffeina per 7 giorni. Sospesa la caffeina sembra andare bene ma dopo 5 giorni gli allarmi ricominciano. . .

 

Finalmente il 7 luglio ci mandano a casa MA con un monitor per controllare la piccola, soprattutto quando dorme e continuando la terapia con la caffeina.

 

Ad oggi gli allarmi sono diminuiti significativamente ma ci sono comunque. . . qualcuna ha avuto esperienze del genere? Quando spariscono del tutto le apnee?

 

Grazie dell'attenzione e scusate il lungo papiro.

 

Di Samuela

 

(storia arrivata sulla nostra pagina Facebook)

 

Parto prematuro: vi racconto il mio miracolo
Parto prematuro inatteso: mio figlio è nato 40 giorni prima del previsto
Parto pretermine: un miracolo dopo una gestosi

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio. it oppure scrivila direttamente nella sezioneLe vostre storie del forum di nostrofiglio. it

 

TI POTREBBE INTERESSARE