storie del parto

Avevo paura del parto... ma ho avuto un parto meraviglioso!

Di mammenellarete
parto-neonato

27 Marzo 2014
Voglio condividere le mie paure e la mia gioia più grande.
Ho sempre avuto un terrore enorme del parto, ho sempre pensato "io dovrei fare uscire un esserino da lì??" No no, non fa per me!
Poi scopro ai primi di ottobre di essere incinta e tutto cambia! Tanta paura i primi giorni perché non mi sembrava vero di dover affrontare una gravidanza, ma poi magicamente non ci ho più pensato e sono andata avanti tranquilla e beata per tutti 9 i mesi, ho frequentato i corsi per gestanti al consultorio, ho scoperto nuove amiche, ho condiviso con le altre future mamme dubbi e paure e anche dei bellissimi momenti. Certo non sono mancati gli sbalzi d'umore e i pianti, ma avere a fianco un compagno paziente mi ha aiutato molto.
I nove mesi volano e la dpp, il 18 maggio, si avvicina, arriva e....

Facebook Twitter Google Plus More

non succede nulla!!! Io continuo a fare ginnastica al consultorio, a girare in macchina, a fare la spesa e tante, tantissime passeggiate ma non si muove nulla! I monitoraggi erano tutti tranquilli, Gaia dormiva sempre... Io ero tranquilla, ma anche impaziente e soprattutto man mano che passavano i giorni avevo paura di arrivare al momento dell'induzione del parto.

Arriva così il 25 maggio, un sabato come tanti. Mi sono svegliata, ho cucinato ma ero stanca. Son tornata a letto, poi abbiamo pranzato, poi son tornata a letto, iniziavano le contrazioni ma erano talmente strane che non riuscivo nemmeno a contarle...allora per star tranquilla faccio una doccia e ritorno a letto.

Arrivano così le 18 e i dolorini aumentavano, allora presa dal dubbio se andare o meno in ospedale ho chiamato la mia ginecologa che mi dice: "Cara, sei a 41, se hai dolori vai in ospedale, mal che vada ti rimandano a casa". Dico la stessa frase al mio compagno che con molta calma mi dice :"Ok, faccio una doccia che se poi stiamo via tutta notte.... te stai bene?" e io sempre più tranquilla: "Sì, sì, sto bene".

Arrivano così le 19 e prima di andare in ospedale faccio cenare il mio compagno. Io no, non me la sentivo.

Arrivano così le 20, arrivo al ps e mi mandano in reparto, mi visitano e la ginecologa mi dice: "Bene, sei di 3 cm" e io "Allora ci siamo?" E lei sorridendo: "Sì, direi di si".

Erano le 21 e io ero incredula: oddio, era arrivato il momento da me più temuto ed ero tranquilla!

Mi danno una stanza e mi fanno il monitoraggio e che ci vogliate credere o no è stato il momento più brutto e doloroso perché ero costretta sdraiata e i dolori non li sopportavo.

L'ostetrica mi chiede di sopportare un pochino che ha bisogno del monitoraggio e io stringo i denti... alle 23 mi dice che possiamo andare in sala travaglio/parto e io pensavo dentro di me che dovevo far veloce! Io stavo bene in piedi, ma mi fanno accomodare sul letto, alla prima contrazione sono balzata giù dicendo "no no no". Allora l'ostetrica mi fa provare varie posizioni ma nulla, io stavo bene in piedi ma non potevo starci, perché non sarebbero riusciti a fare il prelievo per la donazione del sangue cordonale.

Ultimo tentativo per farmi stare bene, l'ostetrica mi dice: "Sali sul letto e mettiti a carponi"... una manna! Stavo benissimo! Anche perché io iniziavo a sentire di dover spingere... era mezzanotte e lì ho pensato che la mia cucciola sarebbe nata il 26 maggio, che bella data! :)

Poi mi sono isolata completamente, sentivo la voce dell'ostetrica che mi guidava, io ascoltavo ed eseguivo, non ho urlato, non parlavo, io respiravo e spingevo. Dopo poche spinte, all' 01.13 nasce Gaia! 3,830 kg!!! Non ci potevo credere!!! Prima l'ho sentita piangere e poi ho pensato "e vai, ho già fatto!"

Il primo pianto e l'abbraccio del mio compagno che tremava dall'emozione non li dimenticherò mai!

di Alice Ferrari

(messaggio arrivato per email a redazione@nostrofiglio.it)

Storie correlate:

Ti potrebbe interessare: Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

Anche tu aspetti un bambino? Ti potrebbero interessare gli articoli sulla Gravidanza di nostrofiglio.it

LE ULTIME STORIE