Home Storie Racconti di genitori

Un test per misurare la durata della propria fertilità

di mammenellarete - 08.02.2010 - Scrivici

Qualche giorno fa vi avevamo parlato dello studio scientifico che ha saputo tracciare l'intero percorso della produzione ovarica di una donna rilevando un drastico calo della fertilità superati i 30 anni di età. Chi si fosse allarmato per la spietata conclusione sarà felice di sapere che grazie a un ricercatore del Center for Human Reproduction di New York sarà ora possibile conoscere la durata esatta della propria fertilità con largo anticipo. Norbert Gleicher ha infatti individuato nel gene FmRI una delle cause dell'invecchiamento ovarico precoce, che spesso è associato, nelle donne over 35, a bassi livelli di ormone Amh, indicanti l’esaurimento ovarico.

Stando a quanto sostenuto da Gleicher, attraverso un semplice esame del DNA, una donna potrà quindi sapere, già a 25 anni di età, per quanto ancora sarà fertile.

Questo permetterà alle interessate di programmare una gravidanza o, nei paesi in cui è consentito, congelare i propri ovociti per ricorrere in futuro a una procreazione medica assistita (PMA).

Bene ricordare, tuttavia, che sulla fertilità non incidono solo le condizioni fisiche di una donna ma anche fattori ambientali e stili di vita.

Foto di slayerphoto

articoli correlati