Home Storie Racconti di genitori

Un marito e un papà eccezionale: storia di un grande amore

di mammenellarete - 06.02.2014 - Scrivici

coppia-bacio.180x120
Io e mio marito ci conosciamo da circa 22 anni, dai tempi in cui frequentavamo la Parrocchia. Lui bellissimo, con un sorriso tremendamente sexy, con un carattere timido, mai una parola fuori posto, mai quello che voleva stare al centro dell'attenzione... sempre lì nell'ombra, ad osservare tutto e tutti in silenzio. Sinceramente di cosa pensasse lui su diversi argomenti per me era un mistero, non si pronunciava quasi mai. Siamo stati sempre amici, anche se ci guardavamo molto, ma io mai e poi mai avrei pensato di piacergli. Inevitabilmente, tra gli studi e interessi vari ci perdemmo di vista. Io ho avuto altre storie ma non andate a buon fine. Mi definivo “sfortunata” perché pensavo: “ E che cavolo ma tutti a me capitano questi uomini sbagliati?”. Nel 2010 mentre guardavo la mia pagina fb noto una richiesta di amicizia. Vado a guardare e vedo Lui, bello come il sole. Subito accetto... era sempre stato tanto gentile con me e mi aveva sempre trasmesso tranquillità.

Incominciammo a chattare: erano trascorsi 5 anni dall'ultima volta che ci siamo visti.

 

Io ero appena uscita da una storia burrascosa. Mi ricordo che gli scrissi: “Sai quando eravamo piccoli ero follemente innamorata di Te”. Non so perché glielo dissi, mi venne spontaneo, sicura che lui l'avrebbe presa come una confidenza di un amore adolescenziale. Ma a quel punto Lui mi rispose: “Sai anch'io!”. Voi non potete immaginare, in quel momento di incredulità il mio cuore incominciò a battere all'impazzata!

 

Decidemmo di vederci per un caffè di lì a poche ore. Ricordo che io lo attendevo fuori al bar, era il 3 gennaio 2010, faceva molto freddo. All'improvviso arriva, dimagrito di almeno 20 kg... SENZA PAROLE!

 

Lui era nervosissimo, tanto che ordinò una camomilla invece di un caffè! ;)

 

Parlammo per quasi due ore, gli raccontai di tutti quegli anni, lui mi racconto un po' della sua vita e poi mi fece compagnia mentre tornavo a casa, lui poi ritornò a piedi alla sua (abitava a circa 3 km da me).

 

Non so perché mai lui ha sempre avuto su di me l'effetto camomilla, guardarlo negli occhi mi tranquillizzava.

 

In me però scatto qualcosa... io all'improvviso ebbi paura....Paura di quella dolcezza, di quella onestà che non avevo mai incontrato, di quel suo modo di guardarmi, quasi a carpirmi tutte le sensazioni. Io scappai, ebbene sì scappai. Gli dissi chiaramente per telefono:”Io non sono per te, fattene una ragione, trovati un'altra ragazza..non sono interessata a Te”.

 

Io non lo pensai più, per mesi, per me era una situazione chiusa. Poi una notte di aprile lo sognai, stavamo camminando e lui mi abbracciò e io sentii in me esplodere un amore che mi bruciava. Mi svegliai incredula... io lo amavo!

 

Lo ricontattai subito tramite fb: mi vergognavo a farlo tramite cell.

 

Ci demmo appuntamento per una pizza il sabato seguente.

 

Io ero in preda ad una lotta interiore mai vista: volevo lui, ma ne avevo paura! Troppo diverso dai canoni dei ragazzi che frequentavo, troppo per bene...troppo dolce, leale, e poi mi guardava in un modo.

 

Dopo la pizza, mangiata a metà per l'emozione, facemmo una passeggiata in macchina vicino al mare. Era una sera di aprile. Lui accostò dietro mia richiesta e continuammo a parlare. Avevo un desiderio immenso di baciarlo, però poi mi dissi (grande intelligenza la mia) "se lo bacio sulla guancia la mia frenesia si calmerà sicuramente". E cosi gli dissi:” Posso darti un bacio sulla guancia?” E lui mi guardò e acconsentì.

 

Ragazze fu peggio, molto peggio... ma come cavolo mi era venuto!!! E lui poi mi chiese se poteva contraccambiare ed io acconsentii.

 

Non so che faccia feci perché subito dopo lui mi disse:”Ma cos'è ti ha fatto schifo?”

 

Ecco passarono circa 5 secondi e mi ricordo solo questo: mi girai, gli dissi qualcosa in dialetto, del tipo “tu non hai capito niente!”, presi con due mani entrambi i baveri della giacca, lo tirai a me e lo baciai! E fu il paradiso!

 

Da allora non ci siamo più lasciati, dopo 3 mesi acquistammo già un po' di stoviglie per la nostra futura casa... poi il letto... i mobili... e nel 2012 ci siamo sposati. La decisione più saggia che potessi prendere. Con lui accanto la vita è meravigliosa: piena di risate, abbracci, passioni comuni e complicità. Lui mi fa sentire una regina e nulla è come prima. Dio è stato buono con noi, e in viaggio di nozze sono rimasta incinta... da 10 mesi sono la mamma più felice di questo mondo!

 

Auguro a tutte Voi un Buon San Valentino!

 

E soprattutto al mio AMORE grande ed immenso: “Grazie per tutto quello che fai per noi, sei un marito e un papà eccezionale. Sei tutta la mia vita...ed anche di più! Buon San Valentino Amore mio dolce, Tua Lia!”

 

di Lia

 

(storia arrivata sulla nostra pagina Facebook)

 

Leggi anche: storia del nostro grande amore

 

Ti piacciono le storie d’amore? Leggi anche: storia di un amore nato online,

 

 

redazione@nostrofiglio.it

 

Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it

 

articoli correlati