Home Storie Racconti di genitori

Un dolce rientro sul lavoro dopo la gravidanza

di Maria Cimarelli - 20.10.2011 - Scrivici

working-mom-baby_400.180x120
aption id="attachment_41051" align="alignleft" width="200" caption="Mamma lavoratrice"] Il momento in cui bisogna riprendere il lavoro dopo il periodo di maternità, può essere delicato e complicato. Ecco alcuni consigli su come sopravvivere alla prima settimana di rientro.

Ti potrebbero interessare anche...

1. Fai una prova

2. Scrivi una lista di cose da preparare Forse prima della maternità non avevi l'abitudine di scrivere "liste", ma probabilmente ti agevolerà farlo. Non si contano le volte che, a metà strada per l'asilo, ci si accorge di aver dimenticato qualcosa. Si può utilizzare lo specchio del bagno per riempirlo di post-it, ma vanno bene anche la porta di casa oppure il parabrezza della macchina.

3. Pianifica la mattinata

4. Gestisci un calendario Anche la più efficace baby sitter o il miglior nido, potrebbe non essere disponibile sempre. Per questo motivo è importante avere un calendario unico degli impegni importanti di lavoro insieme agli appuntamenti di famiglia. Così mentre si sta portando il bambino malato dal pediatra, saprete quali riunioni è necessario annullare o quale collega chiamare e far subentrare in riunione. Altre volte, quando si tratterà di una riunione troppo importante per mancare, potrai sapere come risolvere la situazione a casa.

5. Recupera sonno

6. Dare priorità Le mamme lavoratrici vengono chiamate a essere estremamente efficaci, ciò è possibile riuscendo a stabilire correttamente le priorità dei compiti da eseguire. Inoltre, sarà opportuno affrontare le cose più importanti nelle prime fasi della giornata lavorativa. Questo aiuterà quando capiterà di dover uscire inaspettatamente per un contrattempo.

7. Prendersi il tempo di pensare

Un grande in bocca al lupo a tutte!

Maria Cimarelli Working Mothers Italy Foto: Feedelalune

articoli correlati