Home Storie Racconti di genitori

Sono mamma di due bimbi e di un angelo di nome Beatrice

di mammenellarete - 24.12.2020 - Scrivici

mamma-di-due-bambini
Fonte: Shutterstock
Ho perso la mia bambina al momento del parto. Dopo tanto dolore resto di nuovo incinta di due piccoli. Il 5 luglio 2015 sono nati Cecilia e Simone, gli amori della mia vita. Ma io dico sempre che sono mamma anche di un angelo di nome Beatrice. Forza e coraggio, tutto prima o poi andrà bene.

Era la fine di novembre 2013 quando scoprii di essere incinta di due gemelli (due sacche diverse). Stavo benissimo, ma a gennaio iniziai a sentirmi strana con mal di pancia. Purtroppo ebbi un aborto spontaneo di una delle due gemelle che portavo in grembo. Mi recai in ospedale e mi dissero che l'altra bimba stava benissimo e che potevo stare tranquilla, ma così non fu...

Erano passate le settimane e una sera, mentre ero a casa di mia suocera, sentii un malessere generale, febbre e mal di pancia... di nuovo andai in ospedale dove mi ricoverarono d'urgenza. Ogni mattina controllavano il battito della mia Beatrice e tutto procedeva. Ma io non stavo bene, le analisi e la febbre non erano buone, e i dolori aumentavano. Decisero di trasferirmi in un'altra struttura più idonea.

Fu un viaggio della speranza. Ricordo che era una giornata freddissima di marzo, l'ambulanza che mi trasferiva non aveva nemmeno una coperta e io morivo dai dolori... Arrivata nella struttura, fui subito visitata, ma le facce della dottoressa e delle infermiere non erano felici. Io non capivo più niente a causa dei dolori a momenti svenivo, ricordo gli schiaffi dell'infermiera per non farmi perdere i sensi mentre la mia bambina nasceva.

Non ricordo più nulla perché mi svegliai dopo non so quante ore nella stanza. Purtroppo la mia Beatrice non ce l'ha fatta, io ho subito un raschiamento e ho rischiato la vita anche io per via di una setticemia brutta. La mia Beatrice pesava appena 600 grammi e aveva preso una brutta infezione con la placenta rimasta della sua gemella (e nessuno se ne era accorto).

La mia storia

Fu un periodo buio sia fisicamente. Ho dovuto recuperare le forze e il troppo sangue perso (oltre un litro) senza trasfusione, ma solo con fiale di ferro e alimentazione, ma, soprattutto, psicologicamente ero distrutta. Non riuscivo a capire perché fosse successo a me. Con l'aiuto di mio marito sono andata avanti e anche io aiutavo lui.


A novembre 2014 scopro di essere di nuovo incinta... la paura mi assale! Ricordo benissimo il 7 dicembre: faccio un'eco e vedo di nuovo due camere. Scoppio in un pianto che non si ferma più. Ricordo le parole del mio ginecologo: "Questa volta andrà bene"... Le sue parole mi hanno aiutato e il 5 luglio 2015 sono nati Cecilia e Simone, gli amori della mia vita... Ma io dico sempre che sono mamma anche di un angelo di nome Beatrice. Mamme, siamo nate donne e siamo donne per diventare mamme... forza e coraggio, tutto prima o poi andrà bene.

di Federica

(Vuoi scriverci la tua storia? Mandala a redazione@nostrofiglio.it)

TI POTREBBE INTERESSARE