Home Storie Racconti di genitori

Storia di una neo mamma e di una coppia che scoppia per inutili invadenze

di mammenellarete - 17.12.2015 - Scrivici

abmhrh.600
Fonte: Alamy
Ho dovuto affrontare molti ostacoli dopo la nascita di mia figlia. In particolare modo, ho avuto dei problemi perché non riuscivo ad allattare la bimba, che sembrava stesse sempre male. In più ho dovuto sopportare l'invadenza da parte dei miei suoceri. Oggi vivo una situazione difficile, ma non mi tengo più nulla. Ho detto tutto quello che pensavo alla famiglia di mio marito.

Non credevo che il periodo più bello della mia vita sarebbe diventato poi un incubo. La mia è una storia come molte altre, ma è stato quasi un sogno irraggiungibile riuscire ad avere la famiglia che ora ho. Questo a causa delle grandi interferenze esterne che ho ricevuto da parte dei miei suoceri.

 

Tutto prese una piega inaspettata quando nacque la mia piccola. Il mio grande tesoro. Era anche un periodo buio della mia vita perché purtroppo avevo perso il lavoro e non mi era stata data neanche la maternità. Ma non è questo il problema più grande e sarebbe fin troppo lungo spiegare la situazione.

 

La vidi comunque come una possibilità per crescere in tranquillità mia figlia: nulla di più sbagliato. Proprio in quel momento vennero fuori le "interferenze", soprattutto da parte della famiglia del mio lui. Le trovai inaccettabili, soprattutto in un periodo difficilissimo per me.

 

La mia piccola non finiva più di piangere e non dormiva neanche. Io ero disperata. Era strano per me dopo il parto sentirmi così inadatta e non sapere cosa fare. Le ostetriche e i medici sapevano solo prendermi in giro per la mia preoccupazione.

 

Le persone sapevano solo dirmi che dovevo darle il latte artificiale e io, presa dal panico, provavo a farlo, ma la situazione andava solo peggio. Per fortuna tentai solo 2 o 3 volte e poi mandai al diavolo tutti, compresi i medici e mia mamma. Quanta informazione sbagliata in giro! E quante persone che fingono di sapere tutto, ma non sanno niente!

 

Continuare l'allattamento al seno era diventata la cosa più difficile e sbagliata secondo le opinioni di tutti. "Eppure è la natura", pensavo. Mia figlia continuava a star male e io, dopo varie visite, capii che era allergica alle proteine del latte. Ma intanto la piccola era stata male e questo, tutto sommato, a nessuno importava, perché lei intanto cresceva.

 

Ma non vi dico le diagnosi e le medicine assurde. "Colichette", "reflusso" le più scontate. In tutto questo non si dormiva mai e mai una volta che mio marito mi abbia aiutato. Veniva da me con la scusa che "Tanto la piccola vuole la tetta". Per fortuna lui ha il sonno pesante e non sentiva mai i suoi pianti. Per fortuna per lui.

 

Lei, il mio grande amore, torturata per mesi da dolori e da interferenze continue dei genitori di mio marito. Specifico che la situazione era aggravata dal fatto che abito a pochi minuti di distanza dai miei genitori, ma io e mio marito viviamo quasi nella stessa casa dei miei suoceri, per fortuna con due entrate diverse.

 

Nonostante ciò, loro entravano ed uscivano a piacimento da casa mia e soprattutto dalla mia camera da letto per mostrare la bimba ai loro amici e per prenderla di continuo. Anche alle 10 di sera. Praticamente me la strappano letteralmente dalle braccia. Quanti pianti silenziosi e quante grida di aiuto rivolte a mio marito...

 

La mia intimità era violata e così pure la mia vita. In tutto questo mai che mi abbiano dato una mano in casa. Mai. Mio marito faceva la spesa quando poteva e si lamentava pure del caos in casa. Ad un certo punto decisi che tutto quel caos doveva finire.

 

La piccola aveva circa tre mesi, quando mio marito dovette stare dei giorni fuori per lavoro e io chiesi ai miei di stare da loro. Ecco che si scatenò l inferno. Mia suocera disse che era sbagliato che io andassi via di casa e che non potevo comportarmi così male con loro.

 

Feci finta di non sentire, preoccupata a causa delle condizioni di mia figlia che soffriva per un male ancora non individuato. Riferii tutto a mio marito, perché doveva essere lui a parlarne con i genitori. In quei giorni in cui non ero a casa successe il caos. Dissero che ero maleducata, irrispettosa e volevo portar loro via la nipote e altre cose assurde. Poi dicevano queste cose a tutti e io lo venni a sapere. Assurdo avere a che fare con persone adulte che non hanno il coraggio di affrontarti direttamente.

 

Da quel giorno smisi di star zitta, perché sapevo che tanto non avrebbero cambiato opinione. Il vero guaio è che adesso sto perdendo mio marito che sembra dipendere fortemente da loro. La mia piccola è allergica al latte e quindi ho fatto benissimo a non volerle dare quello artificiale. Ancora oggi che ha 15 mesi le dò il mio latte, anche se tutti hanno da ridire pure su questo. Dicono che lo faccio per tenerla legata a me.

 

Ma ormai non li ascolto più, anche se è difficile perché per loro parlare significa gridare sotto le mia finestra. Mi sembra di vivere in un incubo per quanto mi sforzi di far finta di essere felice per la mia piccola. Mio marito mi accusa di essere una persona orribile con lui, di non far nulla a casa (anche se aspetto la notte per pulire casa, lavatrici, bagno e tutto, anche se non sempre riesco in tutto) solo perché qualche volta gli chiedo di far la spesa o di darmi una mano a cucinare quando la piccola è indomabile.

 

Ormai riusciamo a parlare poco e spazi per noi non ce ne sono. Poi sono stata talmente concentrata sul risolvere i problemi di mia figlia che ho messo da parte me stessa. Ora la piccola comincia a dormire e star meglio, ma mi cerca comunque sempre. Mio marito non capisce. Non so più cosa fare. Mamme che consigli mi date?

 

di mamma anonima

 

(storia arrivata alla pagina Facebook di Nostrofiglio.it)

 

La mia famiglia al di sopra di tutto

 

La storia del mio lungo parto

 

Ti potrebbe interessare:

 

Dritte per sopravvivere alla suocera ed essere felici

 

Hai anche tu una storia da raccontare? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it oppure scrivila direttamente nella sezione Le vostre storie del forum di nostrofiglio.it!

 

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati