Home Storie Racconti di genitori

Storia di una donna che ha capovolto la sua vita

di mammenellarete - 30.01.2014 - Scrivici

coppia-litigio.180x120
Sono stata insieme ad un folle circa 10 anni. I primi mesi tutto bene, lui era il mio migliore amico e per me era straordinario. Non bello, ma di una bontà infinita. Quando siamo andati a convivere ho capito che tutto ciò che avevo visto fino a quel momento era stata solo una facciata. Finché una persona non ci passa è impossibile giudicare. Non riuscivo a venire via, non riuscivo a lasciarlo perché mi minacciava. Diceva che senza di lui ero niente e che se l'avessi lasciato avrebbe tagliato la gola al mio fratellino (che tra l'altro gli voleva un bene incredibile!!! ). Denunciarlo neanche per idea,

la storia che "la legge è uguale per tutti" è solo una stronzata.

Chi ha agganci (e tanti) come ha lui e famiglia, riesce sempre a passarla liscia.

Non so come possano difenderlo tanto i suoi, dato che ne buscano tante anche loro da una vita.

Mi ci sono voluti 10 anni di botte (1 volta ho seriamente rischiato di morire) e di minacce per avere la mia libertà. Approfittando di un suo viaggio (sicuramente con quella con cui sta ora) sono riuscita a scappare e a raccontare finalmente tutto ai miei genitori. E finalmente nel 2009 è finito l'inferno.

Mi sono buttata a capofitto in eccessi e sregolatezze per un po'.

Giusto il tempo di dire ok, adesso basta cavolate è ora di mettere la testa a posto... e come per magia ho incontrato l'uomo della mia vita, esatto opposto del folle (che purtroppo è sempre vivo e che adesso fa alla nuova compagna ciò che prima faceva a me ).

Ci siamo sposati e adesso abbiamo una meraviglia di bambina.

Vivo di loro e maggiormente di lei. Adesso sì che la mia vita è bellissima. Che mi sono persa in tutti quegli anni, buttati via...

E adesso? Come dice il titolo di un film del mio mitico compaesano Leonardo Pieraccioni... Finalmente la felicità

di Sara

(Storia arrivata per email a redazione@nostrofiglio.it)

articoli correlati