Home Storie Racconti di genitori

Sono una mamma imperfetta. E allora?

di mammenellarete - 14.01.2014 - Scrivici

mani-che-tengono-i-piedini-del-neonato-400x266.180x120
Ciao a tutte le mamme, ho 29 anni e un bellissimo bimbo di tre mesi e mezzo. Ho avuto una gravidanza tranquilla e durante quei nove mesi mi ero riempita di illusioni e convinzioni! Poi ho capito che le cose vanno un po' come vogliono ... Pensavo che non avrei potuto sopravvivere senza epidurale e ovviamente ho partorito senza! Andrea è nato in 25 minuti dopo sei ore di travaglio tranquillissimo. Peccato che ho avuto un'emoraggia interna post parto! Una roba che nemmeno se mi investiva un tir ... dire che sono rimasta senza forze è dir poco. Ero straconvinta che avrei allattato a oltranza e a richiesta per mesi e mesi! Sì, come no! Arrivata a casa mi sono accorta non solo che la montata lattea non arrivava ma che allattare era un casino! A mio figlio piace mangiare seduto, io a star seduta fecevo fatica e quindi è stato complicatissimo! Siamo arrivati a un mese di vita, io ero sempre più a pezzi! Colpo finale: siamo andati dal pediatra e abbiamo scoperto che Andrea invece di crescere aveva perso peso! E così latte artificiale! E io potevo fare la cura completa per rimettermi in sesto. Stavo peggio io di lui. Lui era sereno e soddisfatto mentre io mi facevo mille paranoie per non averlo allattato. La pediatra mi disse una frase che nello sconforto del momento non avevo registrato ma che ora mi è venuta in mente: "Guarda che tuo figlio è avanti, siamo noi a dover stare al suo passo. Non far rallentare lui!" Arriviamo al terzo mese di vita ancora non compiuto e qualcosa non va. Niente di che, ma ho come l'impressione che Andrea mangi troppo poco che non si sazi. Ecco. Infatti altra visita dalla pediatra, altra doccia fredda, "non cresce. Ma mangia? credo che il latte non basti più. Dobbiamo fare un mini svezzamento!" TERRORE PANICO PAURA!!!! Primo omogeneizzato (ah che ovviamente mi ero giurata di non dargli mai!) e lui ... soddisfatto come non mai! E lì ho capito! Che non contano le tabelle, le opinioni , le convinzioni l'unica cosa che importa davvero? E' che Andrea stia bene! Non ho fatto l'epidurale e sono sopravvissuta! Non ho allattato ma amo mio figlio e dal suo sguardo so che sto facendo la cosa giusta!! Lo coccolo e lo tengo con me perché non senta mai l'insicurezza della solitudine! E lui sorride!! Dedicato a tutte le mamme imperfette che come me non fanno la cosa 'da manuale' ma quella giusta per il loro bambino.Un abbraccio!!!!!

ao a tutte le mamme, ho 29 anni e un bellissimo bimbo di tre mesi e mezzo. Ho avuto una gravidanza tranquilla e durante quei nove mesi mi ero riempita di illusioni e convinzioni! Poi ho capito che le cose vanno un po' come vogliono ...

Pensavo che non avrei potuto sopravvivere senza epidurale e ovviamente ho partorito senza! Andrea è nato in 25 minuti dopo sei ore di travaglio tranquillissimo.

Peccato che ho avuto un'emoraggia interna post parto! Una roba che nemmeno se mi investiva un tir ... dire che sono rimasta senza forze è dir poco.

Ero straconvinta che avrei allattato a oltranza e a richiesta per mesi e mesi! Sì, come no!

Arrivata a casa mi sono accorta non solo che la montata lattea non arrivava ma che allattare era un casino! A mio figlio piace mangiare seduto, io a star seduta fecevo fatica e quindi è stato complicatissimo!

Siamo arrivati a un mese di vita, io ero sempre più a pezzi! Colpo finale: siamo andati dal pediatra e abbiamo scoperto che Andrea invece di crescere aveva perso peso!

E così latte artificiale! E io potevo fare la cura completa per rimettermi in sesto.

Stavo peggio io di lui. Lui era sereno e soddisfatto mentre io mi facevo mille paranoie per non averlo allattato.

La pediatra mi disse una frase che nello sconforto del momento non avevo registrato ma che ora mi è venuta in mente: "Guarda che tuo figlio è avanti, siamo noi a dover stare al suo passo. Non far rallentare lui!"

Arriviamo al terzo mese di vita ancora non compiuto e qualcosa non va. Niente di che, ma ho come l'impressione che Andrea mangi troppo poco che non si sazi. Ecco.

Infatti altra visita dalla pediatra, altra doccia fredda, "non cresce. Ma mangia? credo che il latte non basti più. Dobbiamo fare un mini svezzamento!"

TERRORE PANICO PAURA!!!!

Primo omogeneizzato (ah che ovviamente mi ero giurata di non dargli mai!) e lui ... soddisfatto come non mai!

E lì ho capito! Che non contano le tabelle, le opinioni , le convinzioni l'unica cosa che importa davvero? E' che Andrea stia bene!

Non ho fatto l'epidurale e sono sopravvissuta! Non ho allattato ma amo mio figlio e dal suo sguardo so che sto facendo la cosa giusta!! Lo coccolo e lo tengo con me perché non senta mai l'insicurezza della solitudine! E lui sorride!!

Dedicato a tutte le mamme imperfette che come me non fanno la cosa 'da manuale' ma quella giusta per il loro bambino.Un abbraccio!!!!!

P.S.

PER TUTTE LE MAMME PERFETTINE SE DOVETE CRITICARE RISPIARMIATE IL VOSTRO TEMPO! IO HO L'APPROVAZIONE DEL MIO BIMBO E MI BASTA!!!

MAMMA ROBERTA

(lettera arrivata via facebook da mamma roberta)

articoli correlati