Home Storie Racconti di genitori

In questi giorni di convivenza "forzata" sono ancora più fiera della mia famiglia - La storia di Angela

di Monica De Chirico - 08.04.2020 - Scrivici

mamma-con-3-figlie
Fonte: Shutterstock
Angela è la mamma di tre bambine, due gemelle di 7 anni e una di quasi 3. Ci racconta perché è fiera della sua famiglia, soprattutto in questi giorni di quarantena

In questi giorni di convivenza "forzata" sono ancora più fiera della mia famiglia - La storia di Angela

Inizio dalla sera per raccontare la nostra quarantena. E' la parte della giornata che mi piace di più. Sono a letto con le nostre bimbe che dopo essersi litigate il posto vicino a me si calmano e iniziamo a chiacchierare. Quelle chiacchiere belle che profumano di amore assoluto, complicità, intimità, innocenza, curiosità e ricordi.

Ciao sono Angela, in questo momento in cui siamo a casa sono riuscita ad avere lo smart working e come sempre mi occupo della mia famiglia. Siamo 5 in casa: 2 gemelle di 7 anni, Anna e Marta, una bimba di quasi 3 anni, Benedetta, mio marito e la nostra gatta Stella.

Questi giorni di convivenza "forzata" sono tuttavia piacevoli e mi fanno essere ancora più fiera della mia famiglia. Non è facile vivere 24h su 24h in 5 tutti stretti stretti, vicini vicini, ognuno con le proprie esigenze e richieste.

E nonostante tutto ognuno di noi è riuscito a ritagliarsi un proprio spazio. Viviamo piacevoli momenti di condivisione tra lezioni di ballo, di ginnastica e giochi vari. Attività che in una giornata "normale" non è facile condividere. Il tempo più lento di questi giorni ci permette di vivere la giornata in modo più tranquillo dando maggiore attenzione a quello che ci piace ascoltare, mangiare, guardare e leggere.

Partiamo dalla mattina con una colazione particolarmente assortita di dolci e il pranzo che piace alle bimbe. Pomeriggio i compiti anche se non è facile con la didattica a distanza. 1 computer, 2 bimbe in prima in due classi diverse, ciascuna con maestre differenti e due gruppi whatsapp (si salvi chi può)

E la piccola anche lei con le sue esigenze, il suo gruppo scuola (ed ecco il terzo gruppo whatsapp per me). Il video delle sue maestre, le attività e i suoi amichetti da vedere.

Insomma una quarantena ben assortita.

Non ci annoiamo, una bella avventura, una sfida che accetto molto volentieri come donna, mamma e moglie.

Mi godo tutto quello che ho. In fondo, come dice mio fratello, ci è stato chiesto di combattere questa guerra a casa sul divano e ho la fortuna di poterlo fare!

TI POTREBBE INTERESSARE

articoli correlati